Biondi, “L’Aquila è troppo nobile per Saviano e Zerocalcare”

Il Sindaco de L’ Aquila, Pierluigi Biondi, ribadisce il suo no alla partecipazione di Salviano e Zerocalcare al Festival internazionale degli Incontri.

Il primo cittadino del Capoluogo di regione ribadisce che la sua città “non merita questo genere di cose essendo un centro nobile ed aristocratico”. Non accennano dunque a smorzarsi le polemiche nate intorno alla partecipazione di Saviano e Zerocalcare al Festival internazionale degli Incontri” in programma dal 10 al 13 ottobre prossimi. Il sindaco Biondi ha scelto il palco della festa di Fratelli d’ Italia, Atreju per tornare sulla vicenda. Biondi ha sottolineato come nei giorni scorsi sia stato accusato di aver censurato il festival solo perché, a suo dire, aveva chiesto conto di come si potessero spendere 700 mila euro in 4 giorni per fare una sorta di “carnevalata di sinistra dove non era garantito il pluralismo”. La direttrice artistica Silvia Barbagallo ha sottolineato che i fondi vengono gestiti direttamente da un apposito ente e sono stati stanziati interamente dal Ministero dei Beni Artistici e Culturali. Secondo la direttrice artistica il sindaco non sarebbe dovuto entrare nella questione sollevando oltretutto una polemica che ha varcato ormai anche i confini regionali. Nell’ esprimere preoccupazione per i tempi ormai divenuti davvero stretti, la direttrice Barbagallo ha sottolineato che i fondi per il Festival sono stati stanziati per L’Aquila e per i suoi cittadini.

Sii il primo a commentare su "Biondi, “L’Aquila è troppo nobile per Saviano e Zerocalcare”"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*