L’Aquila, insegnamento Musicoterapia: si tratta con il Miur

Studenti del conservatorio sul piede di guerra per vedere riconosciuto il loro diritto all’insegnamento nelle scuole medie.

Ad alzare il polverone delle polemiche con una lettera indirizzata direttamente al ministero dell’Istruzione, sono i diplomati di due conservatori italiani, quello dell’Aquila e quello di Verona, 59 studenti diplomati con una specializzazione equiparata a un master in Musicoterapia, che non permette loro d’insegnare.

A differenza di quanto possono, invece, fare, i colleghi diplomati nel conservatorio di Ferrara, che qualche anno fa ha, invece, istituito un corso accademico di secondo livello in Musicoterapia: stesso identico percorso di studi, ma titoli diversi. Ora gli studenti di L’Aquila e Verona – che si vedono esclusi dal diritto a insegnare secondo i parametri del decreto del 2016 per l’insegnamento nelle scuole medie – chiedono al Miur un decreto per rendere i due titoli equipollenti. Per superare però un percorso che appare troppo lungo, il conservatorio Casella dell’Aquila ha fatto un’altra proposta al ministero, come spiega il direttore Giandomenico Piermarini.

Sii il primo a commentare su "L’Aquila, insegnamento Musicoterapia: si tratta con il Miur"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*