Pasti da casa, via libera in mensa scolastica?

A pochi giorni dall’ apertura del nuovo anno scolastico si ripropone a Pescara il problema dei pasti preparati a casa e consumati a scuola.

Nessun diniego al Pasto da Casa. Il Presidente della Commissione comunale di Controllo e Garanziea, Piero Giampietro, nella giornata di ieri mercoledì 4 settembre ha incontrato i rappresentanti del Comitato “Noi a Mensa”, per discutere e confrontarsi sulla questione Pasto da Casa dopo la sentenza di Cassazione del 30 luglio 2019 e le dichiarazioni pubbliche dell’assessore Santilli e di alcune dirigenti scolastiche. Presenti oltre ai consiglieri convocati, il Presidente Claudio Cretarola, la vicepresidente Francesca Zingaro e come genitore Amedeo Petrilli (Presidente Consiglio d’Istituto IC5). Il Presidente Piero Gianpietro ha ribadito la disponibilità ad affrontare nuovamente la questione nel corso di un altro decisivo incontro per definire il percorso da seguire con l’ assessore Gianni Santilli ed i rappresentanti scolastici per far si che i bambini possano consumare in mensa i pasti preparati a casa. Infatti, è stato fatto notare nell’Ordinamento comunitario e nazionale all’uso promiscuo dei refettori non è scritto da nessuna parte che i bambini non possono mangiare insieme. In vista della riapertura del nuovo anno scolastico e dell’ attivazione del servizio mensa, il Presidente Giampietro ha assicurato la disponibilità ad andare incontro alle richieste del comitato.

Il servizio del Tg8

Sii il primo a commentare su "Pasti da casa, via libera in mensa scolastica?"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*