Autodifesa: spray al peperoncino, boom di vendite

Sempre più persone acquistano lo spray al peperoncino come strumento di autodifesa, ma non tutti sanno che il loro uso è regolamentato dalla legge.

Con il decreto ministeriale 103 del 12 maggio 2011 l’uso degli spray antiaggressione è diventato legale anche  in Italia, ma dopo i recenti fatti di Corinaldo e le 6 persone morte nella ressa provocata in discoteca dall’uso improprio dei cosiddetti spray al peperoncino, si è riacceso il dibattito sull’utilizzo degli stessi.

Il Ministero dell’interno, liberalizzandone l’acquisto e la detenzione, con l’apposito decreta ne regolamenta anche l’utilizzo, precisando che, se usato per recare offesa alla persona, lo spray che nebulizza il principio attivo a base di oleoresina di capsicum, diventa strumento di reato e dunque perseguibile per legge.

Via libera dunque all’utilizzo di questi mezzi di autodifesa, nel rispetto però di alcuni requisiti, elencati dal decreto 103 del 2011..

Sii il primo a commentare su "Autodifesa: spray al peperoncino, boom di vendite"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*