Teramo, “In una croce c’è la salvezza di tanti”

Teramo, “In una croce c’è la salvezza di tanti”. “In una croce c’è la salvezza di tanti”. Presentata al CSV di Teramo la campagna di comunicazione sociale realizzata dai volontari teramani per invitare i cittadini a diventare volontari del soccorso.

“Ho iniziato dopo il terremoto del 2009 e non ho mai smesso, è bellissimo aiutare gli altri”, dice Ivana.  “Il sorriso ricevuto da chi viene soccorso è la gratificazione più grande che riceviamo”, spiega Silvio. “Indossare o meno questa divisa non cambia le cose, sento di essere una volontaria in ogni momento della giornata”, confessa Fabiana.

Sono alcune delle testimonianze dei volontari che hanno prestato il volto alla campagna di comunicazione sociale sul soccorso sanitario, presentata ieri pomeriggio, nella sala convegni del Centro Servizi per il volontariato della provincia di Teramo, in occasione della seconda edizione della “Giornata della comunicazione sociale” . L’evento, promosso dal CSV in collaborazione con il Comune di Teramo e il Co.Ge. (Comitato di Gestione del Fondo Speciale per il volontariato) della Regione Abruzzo, ha visto alternarsi davanti a un’affollata platea, le testimonianze delle nove associazioni partecipanti al progetto: Anpas Abruzzo, Croce Bianca provinciale di Teramo, Croce Bianca di Alba Adriatica, Croce Rossa di Teramo, Croce Rossa di Giulianova, Croce Verde di Valle Castellana, Croce Verde di Villa Rosa, Farnese Soccorso, Unione Soccorso Intercomunale di Notaresco.

volontariato teramo1 volontariato teramo

In una croce c’è la salvezza di tanti” recita lo slogan della campagna di comunicazione, che rappresenta i volontari mentre fissano sorridenti l’obiettivo in una posa a forma di croce, simbolo internazionale di soccorso associato all’idea della possibilità di salvezza per le vite umane ferite o in pericolo. “La croce è il nostro simbolo, salvare vite è la nostra missione”, si legge infatti nel sommario. E, a destra, l’invito esplicito a diventare volontario del soccorso.

Da ieri e per due settimane, i manifesti saranno affissi sugli spazi 6×3 che il Comune di Teramo ha concesso gratuitamente al CSV e negli spazi che sono stati individuati in alcuni dei comuni coinvolti quali Giulianova e Alba Adriatica. Alla presentazione, coordinata dal direttore del CSV Mauro Ettorre, è intervenuta, tra gli altri, l’assessore al Sociale del Comune di Teramo Eva Guardiani.

“Siamo felici di sostenere questa iniziativa – ha detto l’assessore Guardiani  – ed è bello condividere la gioia che i volontari trasmettono, sapendo che molti di loro donano il proprio tempo agli altri senza nulla volere in cambio”. “Sono preziose e insostituibili – è il commento del presidente del CSV, Massimo Pichini – le attività svolte dai volontari che si occupano di soccorso. Ci auguriamo che questo percorso che collega la formazione al territorio possa avvicinare maggiormente i cittadini a queste attività”.

La campagna è nata all’interno dei laboratori sulla comunicazione del CSV, coordinati dal giornalista Nicola Catenaro, direttore della rivista del CSV “Cuore Volontario”.

L'autore

Fabio Lussoso
Giornalista dal 1985, ha seguito corsi di tecniche di comunicazione. A 20 anni dirige il quotidiano radiofonico 7Giorni 7. Dal 1986 ha iniziato a collaborare con il quotidiano Il Centro e con altri quotidiani. Successivamente, l’attività giornalistica televisiva per varie Tv regionali. A Rete8 si è occupato di Cronaca e Politica. Per due anni ha diretto la redazione di Rete8 Sport. Dopo aver dato il suo impulso è tornato ad occuparsi di cronaca. Amante di lettura, viaggi e sport.

Sii il primo a commentare su "Teramo, “In una croce c’è la salvezza di tanti”"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*