Pescara, la Radioterapia non può più aspettare

sdr

Pescara, la Radioterapia non può più aspettare. Secondo quanto riferito da Domenico Pettinari, vice Presidente della Commissione Sanità i fondi ci sono si deve provvedere a colmare le lacune.

Con la legge n 18 del 27 febbraio 2017, ha affermato l’esponente del Movimento 5 Stelle, verranno assegnati alla Regione Abruzzo circa 6,3 milioni di euro per la riqualificazione e l’ammodernamento tecnologico dei servizi di radioterapia oncologica in particolare per l’acquisizione di apparecchiature dotate di tecnologia robotica, destinate non all’ampliamento del parco macchine esistente in regione, ma per sostituire gli acceleratori lineari obsoleti in quelle strutture dove ci sia un bunker esistente. Esiste il serio rischio, ha sottolineato Pettinari che parte di fondi non verranno destinati alla Radioterapia di Pescara che necessita urgentemente di un nuovo acceleratore lineare. Pertanto il M5S chiede che venga posta in essere l’assegnazione alla UOC di radioterapia oncologica  di Pescara altri 4 tecnici sanitari di Radiologia Medica in considerazione dell’avvio clinico del secondo acceleratore lineare, al fine di garantire 2 turni di lavoro su ciascun apparecchio e poter abbattere le liste di attesa per i trattamenti radianti.

IL SERVIZIO DEL TG8:

Sii il primo a commentare su "Pescara, la Radioterapia non può più aspettare"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*