Incendi Farindola, l’accorato appello del sindaco

Incendi farindola, l’accorato appello del sindaco. Fiamme sopra canalone valanga Rigopiano, pieno di legna secca, si rischia la catastrofe’

“Si rischia una catastrofe ambientale: le fiamme sono sopra al canalone della valanga e se dovessero scendere, vista la presenza di tantissima legna secca, troverebbero la strada spianata, con un effetto candela”.

E’ quanto afferma il sindaco di Farindola, Ilario Lacchetta, a proposito dell’incendio sul Gran Sasso, sottolineando come, dopo la tragedia dell’hotel Rigopiano, travolto e distrutto dalla valanga a gennaio, il territorio potrebbe vivere una catastrofe di tipo ambientale.  Il sindaco sottolinea che al momento non sono più in azione i mezzi aerei, perché richiamati per altre emergenze.

“Gli uomini a terra possono solo monitorare – spiega il primo cittadino – sperando che il vento non soffi nella direzione sbagliata. Dalle prime ore di questa mattina dovrebbero tornare operativi i velivoli antincendio”. Intanto, per far fronte all’emergenza è stato aperto il Centro operativo comunale (Coc). “Abbiamo perso gran parte del pascolo e del bosco – conclude il sindaco – ora rischiamo di perdere l’intera faggeta e una zona turistica di pregio”.

Sii il primo a commentare su "Incendi Farindola, l’accorato appello del sindaco"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*