Ortona, condannato l’ex comandante dei Vigili

Peculato: è questo il reato per il quale è stato condannato a due anni l’ex comandante dei Vigili urbani di Ortona, Alessandro Poeta.

L’ex comandante Poeta, licenziato due anni fa, è stato condannato a due anni di reclusione, pena sospesa e non menzione. Il processo si è svolto con il rito abbreviato davanti  al gup del tribunale di Chieti, Isabella Maria Allieri.

Poeta è stato anche condannato al risarcimento dei danni nei confronti del Comune di Ortona, che si è costituito parte civile. Il risarcimento è provvisoriamente esecutivo per 70000 euro; il giudice ha subordinato la sospensione della pena al pagamento di 47.024 euro da parte di Poeta. In seguito alla scadenza dei rapporti contrattuali con due società di riscossione, l’ex comandante aveva avuto in affidamento dalla
giunta comunale di Ortona la gestione dei parcheggi a pagamento. Poeta, avendo la disponibilità mensile dei soldi ritirati dai parcometri, si sarebbe più volte impossessato del denaro. Tra la fine di gennaio e la fine di giugno del 2016 l’ex comandante avrebbe sottratto 55.931 euro, provento degli incassi dei parcheggi cittadini. L’ammanco è stato scoperto dai revisori dei conti del Comune.

Sii il primo a commentare su "Ortona, condannato l’ex comandante dei Vigili"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*