Appalti al Comune di Celano, tre indagati

Sono tre gli indagati per i quali la Procura ha chiesto la proroga. Ipotizzata la turbativa d’asta a due amministratori e al segretario comunale.

Si tratta della inchiesta della Procura della Repubblica di Avezzano sugli appalti al Comune di Celano, della quale è titolare il pm Roberto Savelli. Quest’ultimo ha chiesto la proroga delle indagini per l’ipotesi accusatoria di turbativa d’asta, nei confronti del consigliere comunale delegato ai lavori pubblici Filippo Piccone, del’assessore Barbara Marianetti e del segretario comunale Giampietro Attili. Nessun avviso di garanzia al sindaco Settimio Santilli, il quale ha ricordato: “Siamo a disposizione totale. Piena collaborazione e rispetto verso il lavoro di Procura e investigatori”. Non si escludono comunque ulteriori indagati. Al setaccio, in particolare, gli affidamenti dei lavori nelle aree degradate Rioni Muricelli, Stazione, Tribuna e Vaschette. Poi l’indagine, affidata ai carabinieri del nucleo operativo, si è estesa anche a contributi per manifestazioni e affidamento di incarichi.

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Appalti al Comune di Celano, tre indagati"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*