Turisti in fuga dalla spiaggia vietata

mare1

Turisti in fuga dalla spiaggia vietata, con un divieto, quello di balneazione a Fosso Pretaro, che pesa come un macigno.

Il bagno lo si fa, ma più in là, perché bagnanti e turisti non si fidano troppo a immergersi completamente nelle acque dell’Adriatico, a Fosso Pretaro, in questo tratto di spiaggia tra Pescara e Francavilla. Il divieto di balneazione lascia a dir poco perplessi, soprattutto chi, magari da Como o da Genova o da altre città, macina chilometri, per venire in vacanza in Abruzzo e si trova la sorpresa di metà agosto a rovinare la festa.

Sulla spiaggia libera e nei lidi vicini c’è chi commenta il divieto e il fatto che il mare è malato ma pare che la colpa non sia di nessuno. C’è chi teme per la salute e chi ribadisce come i vacanzieri abbiano scelto di andare via col dubbio se tornare il prossimo anno. Tempi duri per questo angolo di Adriatico, in attesa dell’esito dei nuovi prelievi.

Il servizio del Tg8

L'autore

Antonella Micolitti
E' nata e vive a Pescara. Si è laureata con lode in Lettere, all'Università d'Annunzio di Chieti. Giornalista professionista dal 2007, si occupa principalmente di politica, sociale, attualità, costume. E' appassionata di storia e storia dell'arte bizantina e astronomia, strimpella il pianoforte e le piace il mare d'inverno. Ama Luigi Tenco e le sue canzoni ma le piace ascoltare anche Jovanotti, quello meno conosciuto con i suoi brani più belli. Adora la Grecia e la Russia e le rispettive lingue. Il suo obiettivo è raccontare il volto più curioso e nascosto dell'Abruzzo. Suggeritele le vostre storie. Scrivete alla mail "[email protected]" o "[email protected]". Sarà lieta, per quanto possibile, di darvi voce e spazio, perché la televisione la fate voi con noi.

Sii il primo a commentare su "Turisti in fuga dalla spiaggia vietata"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*