Teramo, donna violentata in fabbrica nei guai due colleghi

 Teramo, donna violentata in fabbrica, nei guai due colleghi. Un cittadino cinese 51 enne e un altro pachistano, di 36 anni, entrambi operai, sono stati denunciati a piede libero dai Carabinieri del comando stazione di Sant’Egidio alla Vibrata perché ritenuti responsabili in concorso di violenza sessuale nei confronti di una 41 enne di nazionalità cinese.

Era stata la donna, collega di lavoro dei due in un opificio della zona, a denunciare la violenza subita dai due, all’interno del laboratorio artigianale dove lavorano, approfittando del fatto che lei fosse ubriaca. I carabinieri, dopo aver effettuato una serie di verifiche sulla vicenda, hanno chiuso le indagini con un rapporto alla magistratura in cui hanno identificato i due come autori della violenza.

L'autore

Fabio Lussoso
Giornalista dal 1985, ha seguito corsi di tecniche di comunicazione. A 20 anni dirige il quotidiano radiofonico 7Giorni 7. Dal 1986 ha iniziato a collaborare con il quotidiano Il Centro e con altri quotidiani. Successivamente, l’attività giornalistica televisiva per varie Tv regionali. A Rete8 si è occupato di Cronaca e Politica. Per due anni ha diretto la redazione di Rete8 Sport. Dopo aver dato il suo impulso è tornato ad occuparsi di cronaca. Amante di lettura, viaggi e sport.

Sii il primo a commentare su "Teramo, donna violentata in fabbrica nei guai due colleghi"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*