‘Ndrangheta? Sequestrati beni anche in Abruzzo a Vincenzo Oliveri

Beni per oltre 300 milioni di euro sono stati sequestrati dagli Agenti della DIA all’ imprenditore del settore oleario di Gioia Tauro, Vincenzo Oliveri, molto attivo anche in Abruzzo nei settori Alberghiero, immobiliare e dei servizi.

Una maxi confisca di beni da 324 milioni di euro è stata eseguita dagli agenti della Direzione investigativa antimafia di Reggio Calabria, nei confronti di Vincenzo Oliveri (fratello di Antonio ex Vice Presidente della Pescara Calcio) imprenditore molto noto anche in Abruzzo, attivo nel settore oleario con interessi anche nei comparti alberghiero, immobiliare e dei servizi in Calabria, ma anche in Abruzzo e in Toscana. L’intero capitale sottoposto a confisca, stimato in oltre 324 milioni di euro, è costituito dal patrimonio aziendale e societario di numerose società, immobili, autoveicoli e rapporti finanziari. In Abruzzo tra le attività residue dei fratelli Oliveri ci sono l’olearia e l’Hotel Don Juan di Giulianova.

Vincenzo Oliveri, 59 anni, è fratello di Antonio, 48 anni. Quest’ultimo è stato vice presidente del Pescara calcio quando proprietario della società era il suocero, Pietro Scibilia. Vincenzo col fratello Antonio è da tempo socio in numerose iniziative imprenditoriali, sin dagli anni ’80 coinvolto in numerosi procedimenti penali che hanno interessato in particolare le numerose aziende del Gruppo, conclusi con prescrizione e amnistia.

Il sequestro ha riguardato 15 società (di cui è stata disposta la confisca della sola quota dell’imprenditore), 88 immobili, 7 autoveicoli, 385 titoli comunitari agricoli che danno diritto a percepire dall’AGEA la somma di circa 1,6 milioni di euro annui, e svariati conti correnti societari e personali. Le aziende confiscate proseguono ora la loro attività con appositi amministratori giudiziari.

Ma per i legali dell’imprenditore «Nel caso di specie non si è trattato di misura di prevenzione patrimoniale applicata a soggetto ritenuto colluso con ambienti di ‘ndrangheta. La confisca disposta dal Tribunale di Reggio Calabria -precisano- è stata applicata nei confronti di soggetto cosiddetto “genericamente pericoloso”»

L'autore

Fabio Lussoso
Giornalista dal 1985, ha seguito corsi di tecniche di comunicazione. A 20 anni dirige il quotidiano radiofonico 7Giorni 7. Dal 1986 ha iniziato a collaborare con il quotidiano Il Centro e con altri quotidiani. Successivamente, l’attività giornalistica televisiva per varie Tv regionali. A Rete8 si è occupato di Cronaca e Politica. Per due anni ha diretto la redazione di Rete8 Sport. Dopo aver dato il suo impulso è tornato ad occuparsi di cronaca. Amante di lettura, viaggi e sport.

Sii il primo a commentare su "‘Ndrangheta? Sequestrati beni anche in Abruzzo a Vincenzo Oliveri"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*