Inchiesta mare inquinato: richiesta d’archiviazione per il sindaco

Inchiesta mare inquinato: richiesta di archiviazione per il presunto falso del sindaco Alessandrini, che resta indagato per omissione.

In merito alla vicenda dell’Ordinanza fantasma per il mare inquinato la scorsa estate a Pescara, avanzata richiesta di archiviazione per il sindaco Alessandrini. Il primo cittadino comunque dovrà rispondere insieme al Vice Sindaco, Enzo Del Vecchio, e al dirigente Tommaso Vespasiano della ipotesi di reato di omissione in atti di ufficio. In particolare  i pm Anna Rita Mantini e Mirvana Di Serio hanno depositato l’avviso di conclusione delle indagini. E’ stata contestata la circostanza di non essere intervenuti subito con provvedimenti idonei a contrastare l’inquinamento del mare a fine luglio. Nei prossimi venti giorni gli indagati potranno ulteriormente produrre elementi difensivi a loro supporto. Per l’accusa di aver falsificato la data dell’ordinanza invece chiesta l’archiviazione sia per Alessandrini, che per entrambi gli altri indagati.

Sii il primo a commentare su "Inchiesta mare inquinato: richiesta d’archiviazione per il sindaco"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*