Polacco annegato, i funerali li paga il Comune

Polacco annegato, i funerali li paga il Comune. Il giovane polacco di 30 anni, morto annegato mercoledì scorso a Casalbordino, è stato sepolto grazie alla generosità del Comune che si è accollato le spese  per la tumulazione della salma.

Un gesto, quello della nuova amministrazione guidata dal neo sindaco, Filippo Marinucci, accolto positivamente da molti. Verin Roman, venditore di cocco senza fissa dimora, aveva perso la vita mercoledì scorso a causa di un malore mentre cercava refrigerio. Nessun parente dalla Polonia ha risposto all’invito del Consolato, per tumulare la salma. Così come nessun conoscente o amico è stato rintracciato a Foggia, dove, secondo i documenti trovato addosso al giovane, avrebbe vissuto nei mesi passati. Il corpo del giovane polacco sarebbe rimasto per mesi dentro una cella frigorifera dell’obitorio se non fosse intervenuta l’amministrazione comunale di Casalbordino.

L'autore

Fabio Lussoso
Giornalista dal 1985, ha seguito corsi di tecniche di comunicazione. A 20 anni dirige il quotidiano radiofonico 7Giorni 7. Dal 1986 ha iniziato a collaborare con il quotidiano Il Centro e con altri quotidiani. Successivamente, l’attività giornalistica televisiva per varie Tv regionali. A Rete8 si è occupato di Cronaca e Politica. Per due anni ha diretto la redazione di Rete8 Sport. Dopo aver dato il suo impulso è tornato ad occuparsi di cronaca. Amante di lettura, viaggi e sport.

Sii il primo a commentare su "Polacco annegato, i funerali li paga il Comune"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*