Avezzano, magrebino aggredisce connazionale

Avezzano, magrebino aggredisce connazionale con una vanga. L’uomo, un trentenne africano nord occidentale, è stato arrestato dai carabinieri della compagnia di Avezzano per aver aggredito con una vanga un connazionale, colpendolo ad un occhio.

Aggredisce con una vanga un connazionale procurandogli lesioni al volto. E’ successo ieri a Celano, in un immobile in disuso tra Strada 12 e Strada 5 del Fucino, dove un magrebino di 27 anni, irregolare sul territorio nazionale, ha aggredito il connazionale 36enne, nel corso di una lite per futili motivi. La vittima, colpita con violenza al volto con l’attrezzo agricolo, ha riportato una brutta ferita all’arcata sopraccigliare e ad entrambe le braccia. I militari del Nucleo Radiomobile e della Stazione di Celano, avvisati dal 27enne, sono arrivati rapidamente sul posto localizzando e bloccando l’aggressore. Particolarmente truculenta la scena che i militari si sono trovati di fronte: sangue dappertutto, ed i chiari segni di una violenta colluttazione. La vittima e’ stata medicata presso l’ospedale di Avezzano riportando una prognosi di 30 giorni, mentre l’arrestato, su disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Avezzano, e’ stato tradotto presso il carcere di Avezzano per il reato di lesioni personali aggravate

 

Sii il primo a commentare su "Avezzano, magrebino aggredisce connazionale"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*