Processo rinviato per le barriere architettoniche

Processo rinviato per le barriere architettoniche. Nel nostro Paese e più precisamente a Chieti, può accadere che un cittadino disabile non possa veder riconosciuti i propri diritti a causa delle barriere architettoniche.

Al Tribunale di Chieti, interessato dai lavori di ristrutturazione con l’ascensore ancora fuori uso, doveva tenersi la causa che vede imputati, per abuso d’ufficio, l’ex Presidente della Provincia teatina Di Giuseppantonio e la sua ex giunta unitamente all’ex segretario generale. A denunciare gli ex rappresentanti dell’Ente Pubblico, Lorenzo Torto, un giovane disabile di Rapino. La vicenda è quella delle così dette assunzioni facili in Provincia. La Prate Civile della causa contro la Provincia teatina però non è potuta accedere in Tribunale per le barriere architettoniche. L’udienza è stata rinviata, a causa dell’ascensore rotto, al prossimo 9 marzo.

L'autore

Fabio Lussoso
Giornalista dal 1985, ha seguito corsi di tecniche di comunicazione. A 20 anni dirige il quotidiano radiofonico 7Giorni 7. Dal 1986 ha iniziato a collaborare con il quotidiano Il Centro e con altri quotidiani. Successivamente, l’attività giornalistica televisiva per varie Tv regionali. A Rete8 si è occupato di Cronaca e Politica. Per due anni ha diretto la redazione di Rete8 Sport. Dopo aver dato il suo impulso è tornato ad occuparsi di cronaca. Amante di lettura, viaggi e sport.

Sii il primo a commentare su "Processo rinviato per le barriere architettoniche"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*