Pescara, il fiuto del cane finanziere incastra presunto spacciatore

E’ stato incastrato grazie al fiuto del cane Vagol l’uomo fermato a Pescara dalla Guardia di Finanza e trovato in possesso di 140 grammi di marijuana.

L’arresto è stato eseguito nell’ambito dei servizi di controllo del territorio e di contrasto ai traffici illeciti disposti dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza. I militari cinofili, mentre a Pescara stavano percorrendo via Tiburtina, hanno notato una persona nigeriana, già nota alla squadra, aggirarsi con fare circospetto. L’uomo, di nazionalità nigeriana, è stato sottoposto a controllo con l’ausilio dell’esperto cane antidroga Vagol. I 140 grammi di marijuana rivenuti, ritenuti pronti per lo spaccio in quanto suddivisi in dosi, rinvenuti sono stati sequestrati. Il nigeriano è stato tratto in arresto e condotto presso la casa circondariale di Pescara con l’accusa di possesso di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. In questo periodo estivo i finanzieri stanno intensificando i controlli antidroga nelle aree particolarmente affollate del capoluogo adriatico, per esempio la stazione ferroviaria e i parchi pubblici. Solo negli ultimi 10 giorni sono stati effettuati complessivamente due arresti per spaccio, sono stati segnalati 18 soggetti per uso personale di droga, e sono stati disposti 20 sequestri – tra penali ed amministrativi – per circa mezzo chilo di droga.

Sii il primo a commentare su "Pescara, il fiuto del cane finanziere incastra presunto spacciatore"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*