Estrazione gas a Bomba: tutti contro la centrale

lago-di-bomba

Estrazione gas a Bomba: tutti contro la centrale. Comuni, Movimenti ed Associazioni presentano, tutti insieme, le osservazioni contrarie al Ministero dell’Ambiente ed al Ministero dello Sviluppo Economico.

Un lungo documento di analisi degli elaborati progettuali presentato dall’azienda redatto dal gruppo di lavoro congiunto che ha visto lavorare gomito a gomito istituzioni locali ed associazioni. Com’è noto, infatti, il 29 agosto prossimo scadono i termini per la presentazione delle osservazioni alla procedura di Valutazione d’Impatto Ambientale nazionale attivata presso il Ministero dell’Ambiente. Nunerosi i comuni della Val di sangro che in questi ultimi giorni hanno deliberato la propria opposizione al progetto. Il Progetto, lo ricordiamo, prevede la messa in produzione dei pozzi esistenti a Monte Pallano e la perforazione ed il completamento di due nuovi pozzi sempre nella zona di Monte Pallano con la possibilità di realizzarne un quinto, per l’estrazione di circa 2 miliardi di Smc di gas. Il progetto prevede inoltre la costruzione di un gasdotto di circa 21 Km. ed una centrale di desolforazione del gas nell’area industriale del comune di Paglieta. Due aspetti molto gravi, hanno sottolineato stamani i rappresentanti della associazioni, dei movimenti e dei comuni interessati riuniti in Comune a Pescara, che da soli dovrebbero portare a bocciare la nuova richiesta.

L'autore

Fabio Lussoso
Giornalista dal 1985, ha seguito corsi di tecniche di comunicazione. A 20 anni dirige il quotidiano radiofonico 7Giorni 7. Dal 1986 ha iniziato a collaborare con il quotidiano Il Centro e con altri quotidiani. Successivamente, l’attività giornalistica televisiva per varie Tv regionali. A Rete8 si è occupato di Cronaca e Politica. Per due anni ha diretto la redazione di Rete8 Sport. Dopo aver dato il suo impulso è tornato ad occuparsi di cronaca. Amante di lettura, viaggi e sport.

Sii il primo a commentare su "Estrazione gas a Bomba: tutti contro la centrale"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*