Atri celebra la Giornata contro la violenza di genere

Anche ad Atri celebrata la ‘Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne’ fissata per il 25 novembre 2019 con simbolici gesti che coinvolgono tutta la città per riflettere su questo delicato tema.

Si inizierà a sensibilizzare i cittadini dal 23 novembre con l’iniziativa promossa dalla locale Commissione Pari Opportunità “Un filo rosso unisce le vetrine contro la violenza”, in collaborazione con tutti i commercianti i quali, fino al 30 novembre, esporranno in vetrina un gomitolo rosso. Le sere del 24 e del 25 novembre, inoltre, la facciata del Teatro Comunale di Atri sarà illuminata di rosso, location nella quale domenica 24, alle 21, andrà in scena lo spettacolo “Amori Amari. Canzoni, emozioni e riflessioni” con la regia di Anna Di Paolantonio a ingresso libero. La giornata del 25 novembre sarà caratterizzata da un convegno che avrà inizio alle 10,30 nel Teatro Comunale dal titolo ‘REL – Azioni a Catena. Insieme per relazioni libere dalla violenza’.

L’incontro, organizzato dalla locale Commissione Pari Opportunità con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale di Atri, è aperto a tutti e i partecipanti sono invitati a portare un filo rosso in adesione alla campagna ‘REL – Azioni a catena’ e saranno disponibili dei fiocchi bianchi simbolo della partecipazione attiva al cambiamento da parte degli uomini. Nel pomeriggio del 25 novembre, dalle 15,30 è in programma la “Marcia silenziosa delle scarpe rosse” che, ormai da alcuni anni, si svolge ogni 25 novembre grazie all’iniziativa popolare spontanea che quest’anno viene riproposta in collaborazione con la CPO. Il raduno è previsto all’ingresso della Villa Comunale.

“Le iniziative – spiega la nuova Presidente della CPO di Atri, Alessia Tracanna – si pongono come obiettivo la sensibilizzazione e la promozione dell’emancipazione della società dalla cultura della violenza nelle sue diverse forme. Una sollecitazione emotiva finalizzata all’informazione e alla riflessione e che sprona all’interazione tra tutti. Il filo rosso di lana con cui le attività commerciali presenti sul territorio hanno allestito le proprie vetrine è un simbolo visibile a tutti e rafforza il senso di sinergia tra i cittadini nel tentativo di riscattarsi dall’idea di essere impotenti davanti alla violenza”.

 “Abbiamo accolto con grande favore le proposte della CPO di Atri per far riflettere tutti su un problema così delicato e purtroppo diffuso che è la violenza contro le donne, – dichiara l’assessora Alessandra Giuliani – la nuova Commissione Pari Opportunità della nostra città ha deciso di coinvolgere tutta la cittadinanza e soprattutto le nuove generazioni, gli studenti delle nostre scuole superiori avranno, infatti, l’opportunità di ascoltare interventi significativi su questo fenomeno e capire quali possono essere le strade per aiutare chi è in difficoltà”.

 

Sii il primo a commentare su "Atri celebra la Giornata contro la violenza di genere"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*