Teramo, scintille in Consiglio Comunale

Teramo, scintille in Consiglio Comunale. Dagli scranni la protesta dell’opposizione che con alcuni cartelli invita il sindaco  e la sua giunta a dimettersi.

“Avete distrutto la nostra città. Dimettetevi”. E ancora “Liberate Teramo. Andatevene”. E’ stata una protesta a suon di cartelli contro il sindaco di Teramo e la sua giunta quella messa in scena questo pomeriggio, dai banchi dell’opposizione, con i gruppi consiliari di Pd, Teramo Cambia e il consigliere del Movimento Cinque Stelle Fabio Berardini che nel corso del consiglio comunale dedicato al question time hanno chiesto, esponendo cartelli, le dimissioni dell’amministrazione Brucchi colpevole, secondo l’opposizione, di avere decretato la morte della città. Sotto accusa i problemi interni alla maggioranza emersi qualche giorno fa anche dalle parole del sindaco Maurizio Brucchi che, in un’intervista, aveva parlato di una “gara a chi fa cadere per primo questa amministrazione”, i lavori in corso da mesi lungo il centrale Corso San Giorgio – che nei giorni scorsi hanno scatenato l’ennesima protesta dei commercianti -, “i problemi di una città completamente abbandonata a se stessa” secondo la minoranza.

L'autore

Fabio Lussoso
Giornalista dal 1985, ha seguito corsi di tecniche di comunicazione. A 20 anni dirige il quotidiano radiofonico 7Giorni 7. Dal 1986 ha iniziato a collaborare con il quotidiano Il Centro e con altri quotidiani. Successivamente, l’attività giornalistica televisiva per varie Tv regionali. A Rete8 si è occupato di Cronaca e Politica. Per due anni ha diretto la redazione di Rete8 Sport. Dopo aver dato il suo impulso è tornato ad occuparsi di cronaca. Amante di lettura, viaggi e sport.

Sii il primo a commentare su "Teramo, scintille in Consiglio Comunale"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*