Rifiuti Montesilvano, due giorni a rischio

Rifiuti Montesilvano, due giorni a rischio. Lo sciopero dei netturbini indetto a livello nazionale per lunedì 27 e martedì 28 giugno potrebbe vedere l’adesione anche dei dipendenti della Tradeco di Montesilvano.

I circa 50 dipendenti della Società pugliese che gestisce il servizio di raccolta dei rifiuti a Montesilvano, potrebbero infatti tornare ad incrociare le braccia a causa dei continui ritardi dei pagamenti dei loro stipendi. Se dovessero essere confermate le due giornate di sciopero, la Città di Montesilvano si sveglierebbe la prossima settimana sommersa dai rifiuti come già accaduto più volte nel corso dell’anno. Il Comune come è noto, ha rescisso l’incarico alla Tradeco per gravi inadempienze e la società che gestisce il servizio di raccolta dei rifiuti ha presentato un ricorso chiedendo un risarcimento di 4 milioni di euro. Alla tradeco dovrebbe subentrare la seconda classificata nella gara d’appalto, ovvero la ATI, una società formata dalla Formula Ambiente di cesena e dalla Sapi di Vasto. La ATI si è impegnata ad assorbire tutto il personale attualmente assunto dalla Tradeco.

L'autore

Fabio Lussoso
Giornalista dal 1985, ha seguito corsi di tecniche di comunicazione. A 20 anni dirige il quotidiano radiofonico 7Giorni 7. Dal 1986 ha iniziato a collaborare con il quotidiano Il Centro e con altri quotidiani. Successivamente, l’attività giornalistica televisiva per varie Tv regionali. A Rete8 si è occupato di Cronaca e Politica. Per due anni ha diretto la redazione di Rete8 Sport. Dopo aver dato il suo impulso è tornato ad occuparsi di cronaca. Amante di lettura, viaggi e sport.

Sii il primo a commentare su "Rifiuti Montesilvano, due giorni a rischio"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*