Omicidio Giulianova, Di Silvestre torna libero

Omicidio Giulianova, Di Silvestre torna libero.  È tornato in libertà Dante Di Silvestre, l’operaio addetto alla manutenzione delle caldaie di 60 anni accusato dell’omicidio di Paolo Cialini, avvenuto lo scorso 14 giugno a Giulianova, in via Verdi, per una banale lite stradale, nata per uno stop non rispettato.

A decidere la scarcerazione dell’indagato sono stati i giudici del tribunale del riesame dell’Aquila, che hanno accolto un formale ricorso della difesa, che tendeva ad eccepire un difetto di notifica di uno atto delle indagini preliminari a uno dei due legali difensori dell’anziano operaio, che sono  lo ricordiamo, gli Avvocati Gennaro Lettieri e Nadia Baldini. Si tratterà però molto probabilmente di un’uscita-lampo. È infatti sicuro che la procura di Teramo stia riformalizzando tutti gli atti per notificare di nuovo all’indagato una nuova ordinanza di custodia cautelare e dunque nelle prossime ore l’artigiano giuliese potrebbe fare rientro in cella.

 

L'autore

Fabio Lussoso
Giornalista dal 1985, ha seguito corsi di tecniche di comunicazione. A 20 anni dirige il quotidiano radiofonico 7Giorni 7. Dal 1986 ha iniziato a collaborare con il quotidiano Il Centro e con altri quotidiani. Successivamente, l’attività giornalistica televisiva per varie Tv regionali. A Rete8 si è occupato di Cronaca e Politica. Per due anni ha diretto la redazione di Rete8 Sport. Dopo aver dato il suo impulso è tornato ad occuparsi di cronaca. Amante di lettura, viaggi e sport.

Sii il primo a commentare su "Omicidio Giulianova, Di Silvestre torna libero"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*