Teramo: Istituto Zooprofilattico, nuovo atto intimidatorio

Dopo la busta contenente polvere recapitata ieri mattina all’ente, nuovo atto intimidatorio verso l’Istituto Zooprofilattico di Teramo.

Dopo la busta contenente della polvere, arrivata ieri mattina all’Istituto Zooprofilattico Abruzzo e Molise Vincenzo Caporale e ora all’esame dell’Izsam di Foggia, è stata recapitata, oggi, con la posta direttamente all’ente, una lettera di minacce. Il direttore amministrativo ha presentato una nuova denuncia sulla vicenda e ora indagano i Carabinieri di Teramo. Dietro alle diverse lettere, secondo gli investigatori, pare ci sia la stessa mano. Nel frattempo, i dipendenti entrati in contatto con la sostanza contenuta ieri nella busta, sono ora sotto profilassi per rischio batteriologico, anche se, secondo i primi esami, il contenuto sarebbe semplice polvere.

L'autore

Antonella Micolitti
E' nata e vive a Pescara. Si è laureata con lode in Lettere, all'Università d'Annunzio di Chieti. Giornalista professionista dal 2007, si occupa principalmente di politica, sociale, attualità, costume. E' appassionata di storia e storia dell'arte bizantina e astronomia, strimpella il pianoforte e le piace il mare d'inverno. Ama Luigi Tenco e le sue canzoni ma le piace ascoltare anche Jovanotti, quello meno conosciuto con i suoi brani più belli. Adora la Grecia e la Russia e le rispettive lingue. Il suo obiettivo è raccontare il volto più curioso e nascosto dell'Abruzzo. Suggeritele le vostre storie. Scrivete alla mail "[email protected]" o "[email protected]". Sarà lieta, per quanto possibile, di darvi voce e spazio, perché la televisione la fate voi con noi.

Sii il primo a commentare su "Teramo: Istituto Zooprofilattico, nuovo atto intimidatorio"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*