Accertamenti su due afgani: indaga la Dda d’Abruzzo

Terrorismo: accertamenti su due afgani, indaga la Dda d’Abruzzo. Sulla base di un decreto di trattenimento del questore dell’Aquila, due trentenni afgani su cui la Dda abruzzese sta compiendo indagini per terrorismo attenderanno al Cie di Restinco, alla periferia di Brindisi, la risposta dell’Italia alla loro richiesta di asilo politico.

La Digos dell’Aquila ha trattenuto i loro telefonini dopo che, mercoledì scorso, i due si sono presentati per formulare richiesta di asilo. Ad insospettire gli investigatori un passaggio dei due in Belgio e in Francia e immagini di guerra e video inneggianti la jihad memorizzati nei loro cellulari. Li assiste l’avvocato Cosimo Castrignanò che ha già formulato ricorso per Cassazione contro il decreto di trattenimento affinché i due ottengano di poter uscire dal Cie in attesa della decisione sulla richiesta di asilo. Il legale precisa anche che i suoi assistiti al momento non risultano indagati. Si trovano nel Cie di Restinco perché è risultato il centro più vicino in cui c’erano posti disponibili.

L'autore

Fabio Lussoso
Giornalista dal 1985, ha seguito corsi di tecniche di comunicazione. A 20 anni dirige il quotidiano radiofonico 7Giorni 7. Dal 1986 ha iniziato a collaborare con il quotidiano Il Centro e con altri quotidiani. Successivamente, l’attività giornalistica televisiva per varie Tv regionali. A Rete8 si è occupato di Cronaca e Politica. Per due anni ha diretto la redazione di Rete8 Sport. Dopo aver dato il suo impulso è tornato ad occuparsi di cronaca. Amante di lettura, viaggi e sport.

Sii il primo a commentare su "Accertamenti su due afgani: indaga la Dda d’Abruzzo"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*