Elena, moglie coraggio: “Lotto con Mario più con la sanità che con la Sla”

ballarini11

Donna e moglie coraggio, Elena Vignelli, 40 anni insieme a Mario, combatte ogni giorno contro la Sla, la malattia che venne diagnosticata al marito 20 anni fa. “Ma la nostra lotta e più con il sistema sanitario che con la malattia,” dice.

Elena Vignelli vive in una villetta di Montesilvano con suo marito Mario Ballarini, 69 anni, ex panificatore sulle piattaforme petrolifere. La diagnosi che non lasciò spazi a dubbi arrivò per lui nel 1995: Sla. Contro questa malattia subdola e degenerativa, combattono ogni giorno assieme, sua moglie Elena e lui. Sono innamorati della vita, si danno forza a vicenda ed Elena ogni giorno assiste Mario, con uno spirito forte e battagliero. Dà del “lei” a suo marito e lo chiama per cognome perché, ci scherza su, “agli uomini non bisogna dare tanta confidenza”. Il loro è un amore che va avanti da 40 anni, la metà passati a lottare non solo contro la malattia, anche e soprattutto contro l’assenza delle istituzioni, i tagli all’assistenza che lasciano da soli le famiglie. Non chiede di certo pietà, Elena, ma la dignità del malato e si rivolge allo Stato, e al nuovo assessore regionale, Nicoletta Verì, affinché non si lascino da sole le famiglie che si trovano a convivere ogni giorno contro innumerevoli problemi legati alla disabilità. Elena ha solo 3 ore di assistenza infermieristica al giorno.

Scherzano tra loro, Elena e Mario che risponde con gli occhi e con le labbra, pur non potendo parlare. Ormai Elena capisce al volo ciò che il marito dice e quando non capisce, ironizza bonariamente la moglie, Mario si arrabbia. Mario da anni è a letto, viene assistito 24 ore su 24 dalla moglie che gli permette di sedersi sulla sedia a rotelle e di lavorare al computer, lui che è molto attivo su Facebook, tifoso della Juve e del Pescara, amato da tanti personaggi del mondo dello sport e non solo che spesso vanno a trovarlo.

Si sono ingegnati Elena e Mario il quale ha legato all’alluce un campanello che suona quando vuole chiamare sua moglie dall’altra parte della loro casa. La coppia ha due figli ed erano titolari di un panificio a Silvi. Una storia d’amore e di coraggio quella di Elena e Mario. Nonostante la malattia, la mancanza di assistenza da parte di chi dovrebbe assicurarla, il non poter parlare né muoversi, dal volto di Mario traspare serenità e forza, quelle che la moglie Elena e i suoi grandi occhi azzurri sanno trasmettergli e non smetteranno mai di farlo, senza nessun aiuto. Con la sola forza del loro amore e della loro grande dignità.

Il servizio del Tg8

Sii il primo a commentare su "Elena, moglie coraggio: “Lotto con Mario più con la sanità che con la Sla”"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*