Regione Abruzzo, l’inceneritore non si farà

dav

Regione Abruzzo, l’inceneritore non si farà. Il Sottosegretario alla Presidenza della Giunta Regionale con delega all’Ambiente ed all’Ecologia, Mario Mazzocca, lo ha ribadito stamani a Pescara intervenendo al terzo ed ultimo tavolo di concertazione sul Piano Regionale per la Gestione dei Rifiuti.

La Regione Abruzzo, ha affermato Mazzocca, è impegnata a realizzare una moderna politica ambientale strettamente connessa con il territorio, riconoscendo quale obiettivo fondamentale la conservazione, la protezione e la salvaguardia dell’ambiente per le attuali e le future generazioni.

dav

dav

La realizzazione di un inceneritore andrebbe esattamente nella direzione opposta a quanto fatto fino ad ora. In Abruzzo, ha affermato ancora l’assessore regionale, sono in corso di attuazione 262 interventi per la Rete Impiantistica Pubblica. Si stanno realizzando isole, stazioni, e piattaforme ecologiche. Sono previste iniziative per la raccolta differenziata porta a porta e per la bonifica delle discariche dismesse. A fronte di questi progetti è stato previsto un investimento di circa 36 milioni di euro.

dav

dav

Dopo questo terzo tavolo di confronto, è stato detto ancora, il documento sarà sottoposto alla VAS la Valutazione Ambientale Strategica, che come è noto, costituisce un importante strumento per l’integrazione delle considerazioni di carattere ambientale nell’elaborazione e nell’adozione di piani e programmi. Si conta di portare il Piano Regionale dei Rifiuti in approvazione della Giunta prima e del Consiglio regionale poi entro il prossimo mese di dicembre.

Sii il primo a commentare su "Regione Abruzzo, l’inceneritore non si farà"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*