Pescara, preso a pugni sulla strada parco

Pescara, preso a pugni sulla strada parco. Un 38 enne pescarese ricoverato in ospedale con la mandibola distrutta ed il naso rotto a causa di un pugno. E’ successo la scorsa notte a Pescara lungo la strada parco nei pressi delle Naiadi, al confine tra Pescara e Montesilvano.

Due amici parcheggiano l’auto per andare a trascorrere qualche ora di divertimento in uno dei tanti stabilimenti della riviera quando incrociano un gruppetto di quattro ragazzi che parlano tra loro. All’improvviso uno dei quattro si rivolge al 38 e giusto il tempo di dirgli “che cazzo ti ridi” che gli sferra un violentissimo colpo al volto. Il giovane cade a terra tramortito con il volto coperto di sange. L’amico terrorizzato, riesce a schivare un colpo e a scappare per mettersi in salvo. Con il cellulare chiama le forze di polizia. Tornato indietro ha visto l’amico a terra semi cosciente ma con il volto insanguinato. dei quattro giovani aggressori nessuna traccia. Trasportato in Ospedale è stato ricoverato nel reparto maxillo-facciale in attesa di essere operato . I chirurghi dovranno ricostruirgli la mandibola e ridurre la frattura del setto nasale.  Non è il primo caso del genere che si ferifica a Pescara. Per risalire agli autori dell’aggressione potrebbero rivelarsi decisivi i filmati delle telecamere a circuito chiuso posizionate nella zona. Da quanto ha riferito il giovane amico, i quattro parlavano  in italiani ma con un accento romeno a albanese.

L'autore

Fabio Lussoso
Giornalista dal 1985, ha seguito corsi di tecniche di comunicazione. A 20 anni dirige il quotidiano radiofonico 7Giorni 7. Dal 1986 ha iniziato a collaborare con il quotidiano Il Centro e con altri quotidiani. Successivamente, l’attività giornalistica televisiva per varie Tv regionali. A Rete8 si è occupato di Cronaca e Politica. Per due anni ha diretto la redazione di Rete8 Sport. Dopo aver dato il suo impulso è tornato ad occuparsi di cronaca. Amante di lettura, viaggi e sport.

Sii il primo a commentare su "Pescara, preso a pugni sulla strada parco"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*