L’Aquila: cittadini contro il “caos” della movida

L’Aquila: cittadini contro il “caos” della movida. Esasperati dai rumori e dagli schiamazzi i cittadini residenti nei pressi di Via Garibaldi a L’Aquila le hanno tentate tutte pur di far valere i propri diritti al sano riposo.

E già perchè i tanti pub e locali aperti in Via Garibaldi a L’Aquila, richiamano sopratutto nel fine settimana e nelle ore serali tanti giovani. La moda del momento, dettata anche dalla scarsa disponibilità economica, è quella di acquistare le bevande nella grande distribuzione e consumarle in strada nei pressi dei locali più frequentati. L’assembramento di tanta gente per strada inevitabilmente contrasta con il desiderio di tranquillità dei residenti che chiedono di poter dormire in pace nelle ore notturne. Tanti gli esposti e le richieste inoltrate in Comune. Ma, i solerti dirigenti comunali, regolamento alla mano, hanno fatto presente che al momento non ci sono particolari violazioni da parte degli esercenti delle attività pubbliche. Pertanto possono continuare ad esercitare tranquillamente. In un prossimo futuro potranno essere adottati dei regolamenti per contenere la musica. Ma al momento gli unici che devono dimostrare tolleranza e tanta pazienza sono solo i poveri residenti del centro storico della città che lentamente ed a fatica cercano di tornare alla normalità.

L'autore

Fabio Lussoso
Giornalista dal 1985, ha seguito corsi di tecniche di comunicazione. A 20 anni dirige il quotidiano radiofonico 7Giorni 7. Dal 1986 ha iniziato a collaborare con il quotidiano Il Centro e con altri quotidiani. Successivamente, l’attività giornalistica televisiva per varie Tv regionali. A Rete8 si è occupato di Cronaca e Politica. Per due anni ha diretto la redazione di Rete8 Sport. Dopo aver dato il suo impulso è tornato ad occuparsi di cronaca. Amante di lettura, viaggi e sport.

Sii il primo a commentare su "L’Aquila: cittadini contro il “caos” della movida"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*