La CCIAA per la tutela e legalità dell’agroalimentare

La Camera di Commercio di Pescara a sostegno della cultura della legalità e tutela dei prodotti agroalimentari.

Prosegue con impegna l’attività della camera di Commercio di Pescara per favorire le azioni necessarie per contrastare la concorrenza sleale e promuovere la trasparenza e la legalità nell’agroalimentare. Presso la Sala Camplone dell’ente camerale di Pescara si è tenuto stamani un importante seminario dal tema “Le azioni per la cultura della legalità a tutela dei prodotti agroalimentari.”

L’apertura dei lavori è stata affidata a Simonetta Cirillo, responsabile dell’Area Anagrafe e Servizi di Regolazione del Mercato della Camera di Commercio la quale ha sottolineato l’impegno che l’ente camerale mette in campo per favorire tutte le azioni ed iniziative per diffondere la cultura della legalità a tutela dei prodotti agroalimentari.

 “Comprare un prodotto contraffatto equivale a creare un danno economico non da poco”, ha affermato Simonetta Cirillo la quale ha aggiunto che “abbiamo voluto promuovere questa iniziativa – ha spiegato Cirillo –  frutto di un progetto nazionale di Unioncamere, per contribuire a diffondere un’adeguata cultura della legalità. L’Abruzzo con i suoi marchi sta salvaguardando le proprie produzioni, tuttavia il fenomeno della contraffazione è diffuso anche nella nostra regione. E’ dunque importante intervenire sull’educazione alla legalità anche sui giovani, futuri imprenditori e sulle nuove imprese, svolgendo attività di prevenzione attraverso interventi di formazione e sensibilizzazione”.

 

Tra gli interventi, particolarmente interessante quello del Comandante del NAS dei carabinieri di Pescara, il Capitano Domenico Candelli, il quale ha sottolineato come i suoi uomini siano particolarmente impegnati nelle operazioni di controllo ed ispezione sul territorio. E’ stato messo in evidenza l’impegno dei carabinieri del Nas per garantire la tutela della salute e la sicurezza alimentare. l’importanza dell’etichettatura e della tracciabilità dei prodotti è stata sottolineata dal comandante Candelli, il quale ha ribadito come la sicurezza alimentare nel nostro paese sia tenuta costantemente sotto controllo.

“Riscontriamo nell’ atteggiamento del consumatore una svolta quasi epocale – ha riferito il Capitano – c’ è molta più attenzione da parte del cittadino alle scadenze dei prodotti, al loro stato di conservazione e all’ etichettatura. Dunque, un plauso a questa iniziativa perché favorisce la conoscenza sull’ argomento stimolando  un modo di fare e di vivere più consapevole e sano. I nostri controlli sono sempre più numerosi e mirati, dalla piccola alla grande distribuzione. Il tema dell’etichettatura dei prodotti agroalimentari  e dei relativi controlli in merito – ha proseguito Candelli –  sono di fondamentale importanza, arricchiscono il territorio di operatori più sensibili e di un mercato più sicuro”.

 

L'autore

Fabio Lussoso
Giornalista dal 1985, ha seguito corsi di tecniche di comunicazione. A 20 anni dirige il quotidiano radiofonico 7Giorni 7. Dal 1986 ha iniziato a collaborare con il quotidiano Il Centro e con altri quotidiani. Successivamente, l’attività giornalistica televisiva per varie Tv regionali. A Rete8 si è occupato di Cronaca e Politica. Per due anni ha diretto la redazione di Rete8 Sport. Dopo aver dato il suo impulso è tornato ad occuparsi di cronaca. Amante di lettura, viaggi e sport.

Sii il primo a commentare su "La CCIAA per la tutela e legalità dell’agroalimentare"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*