Il sindacato dei VVFF denuncia strade pericolose

Il sindacato dei Vigili del Fuoco dell’Aquila, dopo l’ennesimo incidente stradale, denuncia la pericolosità della strada nei pressi del cimitero cittadino.

“L’ennesimo grave incidente avvenuto ieri in via Panella all’incrocio con via Pescara a L’Aquila dimostra ancora una volta, semmai ce ne fosse bisogno, tutta la pericolosità di quel tratto di strada peraltro particolarmente trafficato”. Lo afferma Elio D’Annibale, Segretario provinciale del CONAPO, il sindacato autonomo dei Vigili del Fuoco.

“Da tre anni esatti – ricorda D’Annibale – a più riprese abbiamo interessato sia il nostro comando sia il Comune dell’Aquila che la Polizia municipale, anche formalmente, al fine evidenziare la particolare pericolosità della strada che dal cimitero monumentale conduce alla rotonda della Questura sollecitando, quasi implorando, interventi di ripristino della segnaletica stradale, orizzontale e verticale, e sulla pubblica illuminazione. Su via Panella, come noto, nelle immediate vicinanze dell’incrocio con via Pescara insiste l’uscita degli automezzi dei Vigili del Fuoco che spesso, nonostante l’uso di lampeggianti e sirene, al momento di uscire per interventi di soccorso non vengono visti dagli automobilisti in transito e in più occasioni si è andati vicinissimi alla collisione”.

“Questo – rimarca il Segretario del CONAPO – a causa dell’impianto semaforico in disuso da anni, compreso quello che consentiva l’uscita in sicurezza dei nostri mezzi di soccorso, dell’oscurità della zona e della totale mancanza di segnaletica stradale. La visuale dell’unico minuscolo cartello che segnala l’uscita dei mezzi di soccorso, è del tutto ostruita dalla folta vegetazione a bordo strada. Abbiamo interessato del problema il nostro Comando, praticamente fino alla nausea, così come da almeno un anno e mezzo è perfettamente a conoscenza della situazione anche il Comune dell’Aquila. Come da consueta triste abitudine italica, però, nulla è stato fatto finora, nessuno ha ancora mosso un dito”.

“A questo punto – termina Elio D’Annibale – ci chiediamo se sia necessario che ci scappi il morto prima che qualcuno dei soggetti preposti si degni di prestare un minimo di attenzione al problema che denunciamo da anni. Auspichiamo, pertanto, un intervento tempestivo che ripristini le necessarie condizioni di sicurezza sia per gli utenti della strada che per i Vigili del Fuoco nello svolgimento del loro lavoro”.

Il servizio del Tg8:

L'autore

Fabio Lussoso
Giornalista dal 1985, ha seguito corsi di tecniche di comunicazione. A 20 anni dirige il quotidiano radiofonico 7Giorni 7. Dal 1986 ha iniziato a collaborare con il quotidiano Il Centro e con altri quotidiani. Successivamente, l’attività giornalistica televisiva per varie Tv regionali. A Rete8 si è occupato di Cronaca e Politica. Per due anni ha diretto la redazione di Rete8 Sport. Dopo aver dato il suo impulso è tornato ad occuparsi di cronaca. Amante di lettura, viaggi e sport.

Sii il primo a commentare su "Il sindacato dei VVFF denuncia strade pericolose"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*