Crac Ex Carichieti, dichiarata l’insolvenza

Crac Ex Carichieti, dichiarata l’insolvenza. Il Tribunale civile di Chieti ha dichiarato lo stato di insolvenza di Carichieti, la banca sottoposta a risoluzione nell’ambito del provvedimento adottato dal Consiglio dei ministri il 22 novembre 2015.

L’istanza di dichiarazione di insolvenza era stata presentata nei mesi scorsi dall’avvocato Massimo Bigerna di Roma, nella veste di commissario di Carichieti posta in liquidazione coatta amministrativa e che in questo procedimento è rappresentata dall’avvocato Pierluigi Tenaglia. La sentenza è stata notificata alle parti nel pomeriggio di ieri. Secondo quanto si è appreso, la sentenza ha stabilito che in atti non ci sono elementi che consentano di affermare l’esistenza di uno stato di insolvenza al momento dell’avvio della risoluzione, mentre l’insolvenza vi era al momento in cui è stato emanato il provvedimento di liquidazione coatta amministrativa. Nella sua relazione Bigerna ha indicato un attivo pari a zero e 45 milioni di debiti. Nel giudizio dinanzi al Tribunale di Chieti si erano costituiti alcuni ex amministratori della banca, fra i quali l’ultimo direttore generale Roberto Sbrolli.

L'autore

Fabio Lussoso
Giornalista dal 1985, ha seguito corsi di tecniche di comunicazione. A 20 anni dirige il quotidiano radiofonico 7Giorni 7. Dal 1986 ha iniziato a collaborare con il quotidiano Il Centro e con altri quotidiani. Successivamente, l’attività giornalistica televisiva per varie Tv regionali. A Rete8 si è occupato di Cronaca e Politica. Per due anni ha diretto la redazione di Rete8 Sport. Dopo aver dato il suo impulso è tornato ad occuparsi di cronaca. Amante di lettura, viaggi e sport.

Sii il primo a commentare su "Crac Ex Carichieti, dichiarata l’insolvenza"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*