E’ guerra tra cacciatori e tartufari

E’ guerra tra cacciatori e tartufari. Sulle montagne intorno a Sulmona si accende il conflitto tra i cacciatori ed i tartufari. Stando ai circa 20 cani e due cavalli avvelenati o presi a fucilate nelle scorse settimane sembrerebbe che tra le due categorie si sia innescato un conflitto senza esclusione di colpi.

Alla base degli episodi potrebbe esserci la guerra per lo sfruttamento di alcune zone montane particolarmente ricche del prezioso tubero. La vicenda è stata denunciata ai Carabinieri. Sarà difficile se non impossibile risalire agli autori. Qualche elemento utile alle indagini potrebbe arrivare dalle analisi che l’Istituto Zooprofilattico di Teramo effettuerà nei prossimi giorni sulle carcasse degli animali avvelenati. Ingenti i danni provocati dai bocconi avvelenati dispersi sulle pendici dei monti della valle del sagittario  tra Cucullo ed Anversa degli Abruzzi.

L'autore

Fabio Lussoso
Giornalista dal 1985, ha seguito corsi di tecniche di comunicazione. A 20 anni dirige il quotidiano radiofonico 7Giorni 7. Dal 1986 ha iniziato a collaborare con il quotidiano Il Centro e con altri quotidiani. Successivamente, l’attività giornalistica televisiva per varie Tv regionali. A Rete8 si è occupato di Cronaca e Politica. Per due anni ha diretto la redazione di Rete8 Sport. Dopo aver dato il suo impulso è tornato ad occuparsi di cronaca. Amante di lettura, viaggi e sport.

Sii il primo a commentare su "E’ guerra tra cacciatori e tartufari"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*