Asl Teramo: dipendenti ristorazione a rischio

Asl Teramo: dipendenti ristorazione a rischio. Rischiano il posto di lavoro i 46 addetti alla distribuzione dei pasti della Asl di Teramo.

La denuncia è stata lanciata nei giorni scorsi dai rappresentanti delle forze sindacali, i quali esprimono forti preoccupazioni per il destino dei 46 lavoratori. I sindacati ritengono inoltre che la responsabilità di questa situazione sia da addossare alla Asl di Teramo e per questo hanno richiesto ed ottenuto un incontro con i vertici per il 25 febbraio prossimo. L’incontro sarà un momento di confronto con i vertici della asl al quale prenderà parte anche l’assessore regionale alla sanità, Silvio Paolucci.  I sindacati Filcams Cgil e Fisascat Cisl hanno chiesto inoltre al presidente della Provincia di Teramo, Renzo Di Sabatino,  un incontro per affrontare la situazione dei 46 addetti alla ristorazione della Asl che dal prossimo 1 aprile potrebbero restare a casa. La Società Pap srl, che ha vinto l’appalto per il servizio di distribuzione in opsedale dei tre pasti quotidiani, anche sulla base delle risorse economiche messe a disposizione dall’ azienda sanitaria, ha comunicato, infatti, che può riassorbire solo 42 lavoratori degli 88 fino ad oggi utilizzati attraverso una società interinale.

 

L'autore

Fabio Lussoso
Giornalista dal 1985, ha seguito corsi di tecniche di comunicazione. A 20 anni dirige il quotidiano radiofonico 7Giorni 7. Dal 1986 ha iniziato a collaborare con il quotidiano Il Centro e con altri quotidiani. Successivamente, l’attività giornalistica televisiva per varie Tv regionali. A Rete8 si è occupato di Cronaca e Politica. Per due anni ha diretto la redazione di Rete8 Sport. Dopo aver dato il suo impulso è tornato ad occuparsi di cronaca. Amante di lettura, viaggi e sport.

Sii il primo a commentare su "Asl Teramo: dipendenti ristorazione a rischio"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*