Alba Adriatica: è morto Ciro il “clochard”

Alba Adriatica: è morto Ciro il “clochard”. Ciro Ferriero, un clochard di 59 anni, da tempo aveva scelto di vivere per strada e la sua dimora era diventata una cabina di uno stabilimento balneare di Alba Adriatica. La sua storia commovente aveva fatto scattare la solidarietà di molti. L’uomo è venuto a mancare nei giorni scorsi a giulianova.

Nei giorni scorsi  Ciro Ferriero, 59 anni senza fissa dimora, malato e con disabilità, da tempo trapiantato ad Alba Adriatica, ha smesso di vivere. L’uomo, malato, è morto in una struttura residenziale a Giulianova, dove era ospite. Il suo unico desiderio poter morire accanto alla figlia, ma non è riuscito a coronarlo, la sua vita si è fermata prima all’interno di una stanza a Giulianova.

 

L'autore

Fabio Lussoso
Giornalista dal 1985, ha seguito corsi di tecniche di comunicazione. A 20 anni dirige il quotidiano radiofonico 7Giorni 7. Dal 1986 ha iniziato a collaborare con il quotidiano Il Centro e con altri quotidiani. Successivamente, l’attività giornalistica televisiva per varie Tv regionali. A Rete8 si è occupato di Cronaca e Politica. Per due anni ha diretto la redazione di Rete8 Sport. Dopo aver dato il suo impulso è tornato ad occuparsi di cronaca. Amante di lettura, viaggi e sport.

Sii il primo a commentare su "Alba Adriatica: è morto Ciro il “clochard”"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*