Teramo: carcere, nuova astensione da mensa servizio

castrogno-condannata-dottoressa-per-finto-certificato

Nuova astensione dalla mensa di servizio del carcere di Teramo: stato di agitazione promosso dai sindacati di Polizia penitenziaria per la “scarsa qualità di cibi, igiene e locali fatiscenti.”

I sindacati di categoria Sappe (Pallini), Sinappe (Liberatori), Osapp (Brandimarte), Uspp (Leporini), Uil (Pinelli) e Cgil (Fallini), hanno proclamato lo stato di agitazione del personale di polizia penitenziaria del carcere di Teramo con il ripristino dell’astensione della mensa di servizio a partire da lunedì 11 luglio.

Le organizzazioni denunciano “il reiterato comportamento scorretto da parte della ditta appaltatrice della mensa di servizio continuando a fornire alimenti di scarsa qualità e quantità, della scarseggiante igiene e della non salubrità dei locali con arredi fatiscenti”.

Per tali motivi già lo scorso 13 giugno era stato attuato lo “sciopero” della mensa da parte del personale di polizia penitenziaria in forza all’istituto di pena di Teramo poi sospesa il 20 giugno a seguito di rassicurazioni da parte della ditta e della stessa direzione del carcere.

Sii il primo a commentare su "Teramo: carcere, nuova astensione da mensa servizio"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*