Teramo: appalto per la nuova sede delI’Istituto Zooprofilattico

Pubblicato l’atto relativo all’appalto da 17 milioni di euro per la progettazione e la realizzazione della nuova sede dell’Izsam, l’Istituto zooprofilattico sperimentale dell’Abruzzo e del Molise, a Colleatterrato (Teramo).

 

Ad aggiudicarsi l’appalto è stato il consorzio Ciro Menotti. I lavori riguardano il primo lotto funzionale della nuova sede dell’Izsam, finanziato con fondi Masterplan, per 15 milioni e due di co-finanziamento dello stesso Izsam. Il consorzio Menotti di Ravenna l’ha spuntata con punteggio di 88,356 su 100 sulle altre proposte migliorative e di ribasso presentate da altri 18 operatori.

L’appalto integrato, del valore complessivo di 17 milioni di euro, prevede la progettazione esecutiva e la realizzazione della camera stagna, un edificio su tre livelli che ospiterà un laboratorio di massima sicurezza per la lavorazione di campioni biologici e procedure diagnostiche all’avanguardia, con impianti destinati alla gestione del laboratorio stesso. Nel complesso, la disposizione planimetrica della nuova sede fa assomigliare l’edificio ad una mano appoggiata sul terreno con il palmo a terra e le dita leggermente divaricate. Il primo lotto funzionale, in pratica una delle tre dita, avvia la realizzazione della nuova e più estesa sede di Colleatterrato.

 

“La realizzazione di ambienti e laboratori di altissima valenza scientifica  e con attrezzature all’avanguardia – spiega il presidente del cda dell’Izsam, Manola Di Pasquale – posiziona l’Istituto abruzzese e molisano tra i primi a livello europeo, con potenzialità di crescita esponenziale. Si tratta del primo cantiere realizzato con i 25 milioni di fondi Masterplan, concessi dalla Regione Abruzzo all’Izsam nell’ambito dell’asse di intervento ‘Sviluppo economico e produttivo’, che ha come obiettivo la promozione dell’innovazione e della ricerca attraverso la realizzazione di centri di eccellenza e di innovazione. Entro giugno verrà affidato un nuovo lotto di lavori (Masterplan C) per un importo di 2,5 milioni di euro, che riguarderà sempre gli spazi della nuova sede di Colleatterrato, con la realizzazione di stabulari per piccoli animali. Importante obiettivo per consolidare il ruolo che l’Izsam ha nel settore scientifico e della ricerca in Europa e in tanti altri continenti, come L’Africa, strutture che permetteranno all’Istituto Zooprofilattico Sperimentale Abruzzo e Molise di aprirsi a collaborazioni scientifiche sempre più importanti e strategiche nel settore agrobioveterinario. Senza l’impegno costante del consiglio d’amministrazione, dell’ex direttore generale Mauro Mattioli e dell’attuale direttore facente funzione Nicola D’Alterio nonché di tutti i dirigenti e dipendenti i progetti non si sarebbero concretizzati nel breve tempo concesso dalla normativa, a loro va quindi rivolto un sentito ringraziamento. Un altro cantiere, del valore di 7,5 milioni di euro, il cosiddetto Masterplan B, coinvolgerà la sede storica dell’Izsam; i lavori prevedono la riorganizzazione e la valorizzazione degli spazi della sede di Campo Boario. Il primo atto riguarderà il trasferimento del reparto di Bromatologia nell’area dell’ex Mattatoio, dopo la ristrutturazione del complesso, che ad oggi risulta non occupato. L’ex Mattatoio ospiterà anche la nuova Officina farmaceutica: i lavori sono stati appaltati e il cantiere è già stato avviato”.

Sii il primo a commentare su "Teramo: appalto per la nuova sede delI’Istituto Zooprofilattico"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*