Sgombero Montesilvano, R.C.: “Fallimento della politica”

blitz-montesilvano11

Sgombero di via Ariosto, a Montesilvano, duro affondo di Rifondazione Comunista: “Fallimento della politica.”

E’ Corrado Di Sante, di Rifondazione Comunista-Sinistra Europea, a dire la sua e per conto del partito, in un duro comunicato rivolto all’amministrazione Maragno e alla politica nazionale di centrodestra e centrosinistra, sullo sgombero di ieri, di decine e decine di cittadini in particolare senegalesi, dalle palazzine di via Ariosto.

Di seguito la nota di Rifondazione Comunista

“Il dovere della politica è quello di prevenire, dare soluzioni per tempo, costruire percorsi di integrazione, di crescita collettiva, lavorare strenuamente per isolare chi delinque da chi vuol condurre una vita dignitosa, invece nulla si è fatto in tal senso, e dopo anni di abbandono, di scelte urbanistiche sbagliate, si lasciano esplodere le emergenze e per l’ennesima volta si invoca lo stato di eccezione e si chiede l’intervento delle forze dell’ordine. Il sindaco Maragno tenta malamente di fare lo sceriffo, senza risorse e con una macchina amministrativa dissanguata dai colleghi di partito in parlamento, prova a prendersi la scena come Alessandrini a Pescara salendo sulla ruspa. Con il decreto Minniti-Orlando (PD) i politicanti di destra e ‘centrosinistro’ hanno deciso che i problemi sociali, le povertà si affrontano con le forze dell’ordine, stiamo regredendo, dalla democrazia alla barbarie. Alessandrini e Maragno sindaci delle due principali città della costa Pescara e Montesilvano in pochi mesi si sono resi protagonisti di sgomberi e blitz prima il mercatino della Stazione ora le palazzine di Via Ariosto: non stupiamoci se in questo clima crescono le aggressioni fasciste, omofobe e razziste! Se si adotta il programma di Forza Nuova questo è il risultato. Destra e Pd nascondono la propria incapacità fomentando la guerra tra poveri, per una manciata di voti. Oltre gli atti sono ancor più gravi e vergognose le parole del sindaco Francesco Maragno: ‘Sapevano da sei mesi di dover lasciare gli immobili, sulla base della mia ordinanza. E’ una problematica loro, che dovranno affrontare. Dovranno trovare una sistemazione. Molti lo hanno già fatto, altri la troveranno. Hanno una fitta rete di contatti’. Più che un sindaco Francesco Maragno è ormai il fantasma di se stesso, si aggira nelle stanze comunali e fa l’equilibrista tra i mal di pancia della sua maggioranza ballerina. L’amministrazione provveda a censurare dai profili social di sindaco e comune le esternazioni e gli insulti palesemente razzisti che affollano i commenti alle immagini dello sgombero e che non fanno onore alla città. Nessuno nega le problematiche insite nelle palazzine di Via Ariosto, ma davvero crediamo di risolverle con le ruspe e i muscoli? Siamo davvero così ingenui? Oppure è solo un modo per spostare i problemi qualche metro più in là? Preoccupano il degrado e lo spaccio, o l’impellenza degli imprenditori del mattone che hanno goduto oltremodo dei premi di cubatura di valorizzare gli appartamenti vista mare invenduti? A chi spettava la manutenzione degli immobili e dell’impiantistica? Dove sono stati i proprietari in questi anni? Chi lascia degradare così il proprio patrimonio immobiliare? Le ragioni dello sfratto non riguardano la morosità degli inquilini ma le condizioni strutturali, e le problematiche igienico sanitarie degli immobili, dobbiamo presumere che veniva corrisposto un regolare affitto? Ci auguriamo che l’indignazione della cittadinanza democratica e lungimirante accenda una luce nel buio in cui ci trascina chi governa la città e i tifosi dell’odio”.

4 Commenti su "Sgombero Montesilvano, R.C.: “Fallimento della politica”"

  1. david celiborti | 02/06/2017 di 19:29 | Rispondi

    Il Di Santo si è trasformato in un leghista dopo aver letto l’elenco delle porcherie fatte soprattutto da questo governo attuale che non si sa che colore abbia veramente! Quando, però, sento “sciorinare” parole falsamente dettate dal cuore nei confronti di questi poveri”stranieri” deboli e facilmente attaccabili, mi viene da”inquietarmi” per non adoperare altre parole scurrili nei confronti di chi, come te, non sa e non si edotta su quanto succede dalle nostre parti(via Ariosto a Montesilvano:un caso!) e in tutt’Italia! Dello squanquasso generato da una “convivenza “impossibile e a tutti i costi con questi animali che stuprano, spacciano, accoltellano, uccidono ecc…! La dialettica di questo signore(Di Santo che non ha nulla di ascetico se non la sua stupida solidarietà!) che ha capito poco o male, è di chi protegge spacciatori o papponi neri! E’ questo quello che i 200 individui facevano di giorno e di notte, ponendo e già l’ho detto, sentinelle ai due ingressi di via Ariosto a Montesilvano, per evitare guai! Sono dei malviventi e non dei poveri “migranti” come li hai definito tu! Forse anche tu fai questo mestiere e allora ti senti di difenderli! In ogni caso ti dico: vergognati, vattene in Africa con questi buzzurri non solo neri d’Africa, ma a questi aggiungerei quelli dell’Est Europa (rom e non rom rumeni, albanesi, serbi(Igor la bestia!), moldavi, bulgari; aggiungiamo anche asiatici Indiani, pakistani, sudamericani con il macete!
    Parecchie zone di Pescara e di tutta Italia sono diventate “terra di nessuno” dove è impossibile transitare! Le tue parole sono un’offesa non per chi non la pensa come te, ma per un individuo che non sa dare una giustificazione “reale” agli eventi! Rifletti….. non dico altro per non offendere! David

  2. Corrado Di Sante | 02/06/2017 di 11:38 | Rispondi

    Io credo che la politica politicante abbia una enorme responsabilità nello scaricare le contraddizioni i problemi sulla cittadinanza senza distinzione. E’ una responsabilità grave quando si hanno in mano risorse e il potere di agire. Si generano le emergenze si fanno diventare insostenibili le situazioni e poi si invoca la sicurezza in nome di nuove speculazioni. Conto numerosi compagni di suola già a lavorare all’estero, la disoccupazione giovanile è al 40% la responsabilità è di PD e destra, chi ha votato la legge fornero? chi le norme sul precariato? Chi le guerre degli ultimi 20 anni? chi lo spolpamento costante delle risorse? chi salva le banche e non i lavoratori? ci dicono che i soldi non ci sono così ci accapigliamo sulle briciole. Oggi viviamo la conseguenza di 20 anni di guerra economica nei nostri territori e di bombe nel mediterraneo e non solo. Spendiamo miliardi di euro per opere inutili come la TAV e invece andrebbero investiti nella sicurezza dei territori, per scuole e ospedali. Manager pubblici e privati guadagnano migliaia di volte lo stipendio di chi lavora è indecente abbiamo bisogno di assumere persone negli ospedali, nei tribunali, insomma far funzionare la macchina statale che in nome delle privatizzazioni è stata liquefatta. E tutto ricade sulle famiglie a cui facciamo credere che hanno vissuto al di sopra delle loro possibilità e li scateniamo contro chi è più povero e straniero. Il capitalismo è un cancro. Quando lo stato le comunità rinunciano ad affrontare i problemi e a organizzare collettivamente le soluzioni si aprono le porte agli speculatori. e’ quello che è successo. Nel merito a Montesilvano sono oltre un ventennio che c’è una pacifica comunità senegalese, che è l’unica sotto attacco da parte delle istituzioni, forse in quanto pacifica? Dovremmo imparare a non toglierci il cappello di fronte ai potenti, ad avere coraggio rispetto al datore di lavoro che ci umilia, a sbeffeggiare e non incentivare il furbo di turno, a denunciare chi ci raccomanda per una visita, per il sottotetto più alto, per un lavoro precario. Lo so ci sentiamo soli difronte al mondo ed ogni goccia fa traboccare il vaso, senza lavoro e con il futuro incerto. C’è un antidoto si chiama solidarietà, fare dei problemi dei singoli i problemi della collettività condividere il peso, è questa cosa semplice il comunismo, non aspettiamo oltre quando saremo gli uni contro gli altri, perchè sta già accadendo. Saluti fraterni

  3. david celiborti | 01/06/2017 di 13:01 | Rispondi

    Avevo più stima di rifondazione comunista, mi dispiace ma per quanto riguarda lo sgombero e la messa in sicurezza della palazzina di via Ariosto a Montesilvano da parte delle forze dell’ordine, sono in completo disaccordo con voi, ma non sto dalla parte del sindaco, che come molti altri vuole giocare sul collocamento dei “cosiddetti migranti in arrivo nella cittadina abruzzese! Si è accorta rifondazione che non c’è più spazio per quelli che vogliono arrivare in Italia? Ha riflettuto su che tipo di vita si può offrire a costoro, se non quello di farli entrare e collocarli legalmente o illegalmente in palazzi o ghetti per avviarli allo spaccio di droga e alla prostituzione? Ha ponderato rifondazione che questa non è accoglienza ma soltanto un”famoso business” un riempire un “contenitore” già pieno? Ha calcolato rifondazione che in tutta Italia, la nostra povera Italia, è diventata “terra di nessuno” dove è vietato transitare di giorno o di notte, rischiando botte o coltellate (vedi intere vie, stazioni e metropolitane di quasi tutte le città d’Italia-Torino, Roma, Milano, Bari, Napoli, Palermo, Catania, Reggio Emilia, Parma, Pescara Piacenza- gli stessi treni sono a rischio per bande di portoricani che fanno a fette con i loro”macete” viaggiatori e personale viaggiante) piene di gente che è costretta a delinquere o a bivaccare defecare, mingere(ho voluto usare dei termini leggeri!) dovunque? E’ informata rifondazione che posti di lavoro non ce ne sono per gli italiani, che anzi li stanno perdendo e si trovano a picchettare le fabbriche, per ottenere di prolungare una speranza agonizzante? Ha pensato rifondazione che la pista balcanica per le vie di migrazione e quella di Ventimiglia sono chiuse? Si è forse trasformata rifondazione in una associazione di pia confraternita che va avanti con gli occhi e le orecchie chiusi? E’ bello secondo rifondazione vedere bivacchi, sporcizia , centri di accoglienza stracolmi (cara!) sedi di stupri, di risse e spaccio, campi abusivi di tutte le razze e i colore di pelle e di politica ( rom rumeni, bulgari, bosniaci, serbi(Igor la bestia!) moldavi, ucraini, neri e bianchi d’Africa, d’Asia e del sudamerica? E’ capace rifondazione di ragionare e di non sputare sentenze “stupide” buoniste”inconcludenti”: la gente non è più padrona del proprio territorio ma neppure di vivere tranquillamente in casa, perchè ci sono furti diurni (su varie attività gioellerie, alimentari tabaccherie!) e notturni dentro casa, per cui la gente essendo costretta a rintanarsi e a mettere sbarre a finestre e porte, si sente in prigione a casa propria? Cara rifondazione vogliamo che gli italiani emigrino altrove, per trovare sollievo e lasciare (questo lo desiderano tutte le sinistre compreso il v/s partito ma anche aspirazione delle destre!) il suolo italiano in balia v/s e di questi nuovi”barbari”? Che vergogna quando si paragona la stupidità delle forze politiche al falso buonsenso delle stesse! David

    • giovanni ricciuti | 02/06/2017 di 09:02 | Rispondi

      Ma tanto questi qui vivono in un mondo tutto loro completamente avulso dalla realta’di tutti i giorni forse perche’ hanno ancora quslcuno che va loro a fare la spesa o a farli vestire da radical chic. Non dimentichiamo che qusndo quaocuno ha avuto la sciagurata idea di metterli al governo dicevo questi ‘compagni’ hanno capito che per mangiare si deve fare la spesa e che qualcuno questa spesa deve pagarla sono fuggiti dalle loro responsabilita’,molto molto piu comodo dire nona tutto e fare i conteststori e manifestanti di professionem e wualcuno continua a credere loro…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*