Pescara: ecco i Vigili anti degrado

vigili-antidegrado1

Presentato stamane, al comando della Polizia Municipale, il Gruppo Intervento Operativo Nucleo Antidegrado voluto dall’Assessorato alla Polizia Municipale per fronteggiare le emergenze cittadine.

Alla presentazione il sindaco Marco Alessandrini, l’assessore alla Polizia Municipale Gianni Teodoro, il comandante della Polizia Municipale Carlo Maggitti, il maggiore Danilo Palestini, responsabile del servizio.

“Alla Polizia Municipale vengono chieste tante cose – dice il sindaco Marco Alessandrini – ma vogliamo individuare nella lotta al degrado la priorità e il progetto presentato oggi risponde a queste esigenze, immaginare una squadra in borghese, in grado di spostarsi velocemente e di entrare in azione su questo fronte, ci mette al passo con altre città dove questa sperimentazione sta funzionando e per la sicurezza vogliamo mettere in campo tutte le forze e iniziative possibili. In città come Bari questo servizio ha consentito la riconquista della normalità nei centri storici ed è un ottimo deterrente sia per la prevenzione che per l’azione sociale che intraprende. Resta il fatto che i migliori combattenti contro il degrado sono i cittadini, il rispetto delle regole e la collaborazione, ingredienti preziosi per allontanare ogni tipo di marginalità, come polizia municipale vogliamo dare una risposta concreta: essere invisibili per agire subito è la linea di azione che va in tal senso”.

L’assessore alla Polizia Municipale Gianni Teodoro sottolinea che:

“Siamo presenti sulle emergenze del territorio e in tempi rapidissimi tramite il comandante Maggitti siamo arrivati ad individuare un nucleo operativo: 7 uomini, di cui un ufficiale e 6 agenti, tutti armati, scelti dal comandante e dal capo nucleo, il maggiore Danilo Palestini che ha una formazione fatta nella Polizia di Stato e una grande esperienza nella repressione dei reati maturata in seno al corpo della Polizia Municipale. Vista la particolarità del servizio, volti e nomi degli agenti che opereranno in borghese senza limiti di orario e con quattro moto e due auto civetta resteranno riservati, a garanzia di una maggiore possibilità di azione sul territorio. Questi uomini saranno operativi contro accattonaggio, bivacchi, prostituzione, vandalismo, sicurezza a bordo dei mezzi pubblici. La loro azione sarà inoltre di contrasto ad attività di spaccio, con particolare attenzione alle scuole e ai comportamenti molesti per l’abuso di alcol, poi un altro elemento essenziale saranno i “vigili di condominio”, perché nei palazzi normali si creano situazioni che talvolta vanno fuori regola, creando una rete di collaborazione saremo pronti ad intervenire anche in questo campo. Il Nucleo è già operativo, ha al suo attivo diverse azioni contro il degrado, l’ultima ha riguardato gli accampamenti nell’area del lungofiume, e agisce anche in stretto collegamento con la centrale operativa. Io sono certo che questo elemento sarà frutto di attenzione anche dalle altre forze di polizia, perché il nostro servizio diverrà più efficace ed efficiente, come richiedono le recenti normative sulla sicurezza. A Napoli, Roma, Milano e Bari è attivo da tempo e gli effetti benefici sulla città sono elevatissimi, sono stati individuati cenitnaia di reati , perché è molto labile il confine fra azione legale e normale e la presenza di questi uomini è essenziale per individuare i casi border line. Voglio ringraziare questo gruppo di lavoro, che ancora una volta rimarca la piena e costante disponibilità che riceviamo dal corpo della Polizia Municipale”.

Il Comandante della Polizia Municipale di Pescara, Carlo Maggitti, aggiunge:

“C’è un rinnovato spirito di partecipazione della Polizia Municipale alle priorità del Comune. Ovviamente ciò che stiamo ponendo in essere va in un’unica direzione, che non è il superamento della vecchia guardia a fronte dell’incremento legislativo di nuove funzioni di polizia. Dal 2008 il Comune è diventato autorità di sicurezza urbana e la sicurezza dentro le città dipende da questo, si parla di incolumità delle persone e di ciò si devono occupare le forze di polizia a cui la Polizia Municipale non fa mai mancare il suo apporto. Con sacrifici ci stiamo avviando verso una fase che richiede una presenza ampia e unitamente a questa squadra abbiamo chiuso un accordo per cui da venerdì è operativo il servizio nelle zone della ‘movida’ a cui è destinato altro personale tratto dal servizio incidenti e infortunistica stradale. Il personale è motivato, il sindaco e l’assessore hanno voluto rilanciare una nuova stagione, noi andiamo avanti e continuiamo a dare una mano a quello che è un impulso al rispetto delle regole”.

 

“La squadra nasce con un intento, combattere il degrado – conclude il maggiore Danilo Palestini – molti dei comportamenti qualificati come degrado spaziano in una forbice molto ampia, tutto ciò che ha a che fare con la convivenza o va a determinare una lesione dei diritti e delle libertà degli individui verrà messo all’attenzione della squadra. Tutti gli interventi in immediatezza saranno seguiti dalla Polizia Municipale com’è accaduto fino ad oggi: dove ci sono interventi che possono sconfinare nel penale, abbiamo creato un’aliquota di uomini che agisce nel rispetto del contratto di lavoro e decentrato, fa il suo turno senza essere coordinata nei servizi. Questa aliquota è dedicata a fare solo questo e può dunque lavorare con maggiore puntualità e minor tempo”.

Intanto arriva la nota dei consiglieri di opposizione al Comune di Pescara in Testa

“È stato presentato stamattina il Gruppo Di Intervento Operativo Gruppo Antidegrado della Polizia Municipale per combattere il degrado cittadino. Il gruppo consiliare Pescara in Testa ovviamente valuta positivamente questa decisione in quanto sin dall’inizio del mandato i consiglieri Testa, Cremonese e Pastore stanno sollecitando ripetutamene la giunta Alessandrini sul tema. Però appare paradossale che per adottare tale elementare decisione, sicuramente eccessivamente tardiva , serviva l’arrivo dell’assessore Teodoro a dimostrazione del fatto che il Sindaco Alessandrini ha “dormito” per oltre 3 anni. Inoltre per render il sevizio veramente efficace – conclude Testa – sarebbe opportuno che il Sindaco invece di pensare ad assumere altri dirigenti pensasse a potenziare sevizi quali appunto la polizia municipale. Infatti per assicurare il servizio pubblicizzato occorrono almeno 12 unità e non le 6 annunciate che tra l’altro verranno di sicuro distolte da altri servizi d’istituto”.

Sii il primo a commentare su "Pescara: ecco i Vigili anti degrado"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*