L’Aquila: è morta la donna investita da pirata

ospedale l'aquilaospedale l'aquila

E’ morta la donna investita da un pirata della strada nella notte di lunedì a Montereale, in provincia de L’Aquila.

Non ce l’ha fatta Antonietta Durastante, la donna di 62 anni investita da un pirata della strada nella notte di lunedì scorso a Marana di Montereale, dove viveva. E’ deceduta all’ospedale San Salvatore de L’Aquila dove era stata ricoverata in gravi condizioni. La donna era stata investita da un’auto, forse un furgone, a pochi passi dalla sua abitazione. Indagini sono in corso per risalire al pirata della strada che si è dato alla fuga: i carabinieri stanno controllando anche le carrozzerie dove l’investitore avrebbe potuto chiedere assistenza e riparazione del proprio mezzo. Nessuno, al momento del tragico incidente, sembra si sia accorto si nulla.  Il primo a intervenire era stato l’autista di un corriere espresso, subito dopo sono arrivati i soccorritori da Montereale e da L’Aquila, gli operatori del 118, i carabinieri e anche alcuni volontari. La donna, 62 anni,  era sposata ed aveva un figlio molto conosciuto per la sua professione di dottore commercialista.

L'autore

Antonella Micolitti
E' nata e vive a Pescara. Si è laureata con lode in Lettere, all'Università d'Annunzio di Chieti. Giornalista professionista dal 2007, si occupa principalmente di politica, sociale, attualità, costume. E' appassionata di storia e storia dell'arte bizantina e astronomia, strimpella il pianoforte e le piace il mare d'inverno. Ama Luigi Tenco e le sue canzoni ma le piace ascoltare anche Jovanotti, quello meno conosciuto con i suoi brani più belli. Adora la Grecia e la Russia e le rispettive lingue. Il suo obiettivo è raccontare il volto più curioso e nascosto dell'Abruzzo. Suggeritele le vostre storie. Scrivete alla mail "[email protected]" o "[email protected]". Sarà lieta, per quanto possibile, di darvi voce e spazio, perché la televisione la fate voi con noi.

Sii il primo a commentare su "L’Aquila: è morta la donna investita da pirata"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*