Canistro: ordigno bellico lungo il Liri

granata1

Un ordigno bellico della seconda guerra mondiale è stato rinvenuto lungo il fiume Liri, nel territorio di Canistro.

Si tratta di una grossa granata che giaceva in mezzo ai sassi e al terriccio, avvista da due giovani di Avezzano che stavano pescando. Immediatamente i due ragazzi hanno allertato i Carabinieri di Civitella Roveto che hanno subito transennato l’area. Da Roma, si attende l’arrivo degli artificieri per disinnescare l’ordigno. Non è d’altronde la prima volta che vengono rinvenuti residuati bellici di questo tipo in Valle Roveto, come spiegano i volontari dell’associazione pescatori di Civitella Roveto, impegnati nella ripulitura del fiume Liri.

L'autore

Antonella Micolitti
E' nata e vive a Pescara. Si è laureata con lode in Lettere, all'Università d'Annunzio di Chieti. Giornalista professionista dal 2007, si occupa principalmente di politica, sociale, attualità, costume. E' appassionata di storia e storia dell'arte bizantina e astronomia, strimpella il pianoforte e le piace il mare d'inverno. Ama Luigi Tenco e le sue canzoni ma le piace ascoltare anche Jovanotti, quello meno conosciuto con i suoi brani più belli. Adora la Grecia e la Russia e le rispettive lingue. Il suo obiettivo è raccontare il volto più curioso e nascosto dell'Abruzzo. Suggeritele le vostre storie. Scrivete alla mail "[email protected]" o "[email protected]". Sarà lieta, per quanto possibile, di darvi voce e spazio, perché la televisione la fate voi con noi.

Sii il primo a commentare su "Canistro: ordigno bellico lungo il Liri"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*