Abruzzo, D’Alfonso conferma: ancora 100 giorni

E’ deciso a rimanere presidente della Regione Abruzzo ancora per 100 giorni, e comunque almeno fino alla convalida, il neo senatore Luciano D’Alfonso.

Nel frattempo, oltre a proseguire nell’impegno intrapreso, Luciano D’Alfonso lavora ad un rendiconto super dettagliato sul rapporto tra costi e benefici del suo mandato. Intanto oggi, nel corso della firma per i nuovi progetti del Masterplan, D’Alfonso ha annunciato:

“Agli abruzzesi dirò esattamente quanto sono costato io – dagli spazi al personale, dalle macchine alle cene – e quanto ho portato sul territorio, cioè tre miliardi di euro in termini di risorse per fare le cose. E’ vero che mi aspettavo 70.000 voti in più, ma prendo del risultato e continuo a lavorare. Da presidente ho lavorato per portare risorse agli abruzzesi, da senatore lavorerò per i cittadini più deboli”.

Intanto questa mattina il presidente D’Alfonso ha firmato insieme ai soggetti attuatori interessati alle relative convenzioni sette interventi, quattro infrastrutturali e tre per il turismo, nell’ambito del Masterplan Abruzzo. Tra gli interventi c’è anche la riqualificazione della viabilità nell’area montana di Rigopiano, in cui sorgeva l’omonimo hotel travolto e distrutto da una valanga il 18 gennaio 2017 provocando la morte di 29 persone e dove passerà il Giro d’Italia 2018. L’intervento in questione, in una zona a cavallo tra tre province, quelle di Pescara, L’Aquila e Teramo, riguarda la pedemontana Campo Imperatore-Rigopiano-Castelli sull’area territoriale dei Comuni di Penne, Farindola, Montebello di Bertona, Castelli e Castel del Monte. Il soggetto attuatore è la Provincia di Pescara. L’importo dei lavori, la cui conclusione è prevista a marzo 2020, è di sei milioni di euro.

Prevista poi la riqualificazione e ristrutturazione dell’arteria stradale a servizio del comprensorio produttivo di Alanno scalo; anche in questo caso il soggetto attuatore è la Provincia di Pescara. Lavori per un milione e 600mila euro; termine lavori previsto a marzo 2020.

Un altro intervento è finalizzato alla sistemazione e recupero funzionale della Sr 539, della Sp 58 e della Sp 60 per il raggiungimento del giacimento turistico-religioso del Volto Santo di Manoppello, per consentire il trasferimento delle competenze stradali ad un nuovo gestore. Il soggetto attuatore è sempre la Provincia di Pescara. Importo nove milioni di euro; termine lavori previsto a dicembre 2019).

Si lavorerà, poi, per il superamento delle criticità della rete viaria e ciclopedonale della Val Pescara sull’area territoriale dei Comuni di Pianella, Cepagatti e Rosciano (Pescara). Anche in questo caso il soggetto attuatore è la Provincia di Pescara. Importo 500mila euro, termine lavori previsto a giugno 2019).

Uno dei tre interventi per il turismo, invece, riguarda la realizzazione del parco didattico del Lavino sull’area territoriale dei Comuni di Abbateggio, Scafa, Lettomanoppello e Roccamorice (Pescara). Il soggetto attuatore è la Provincia di Pescara. L’importo dei lavori, il cui termine è previsto a dicembre 2019, è pari a 3,5 milioni di euro.

Il secondo intervento è relativo alla valorizzazione e sviluppo del turistico strategico integrato e sostenibile con il recupero di borghi di aree interne e il rilancio delle microimprese. L’importo complessivo disponibile è pari a 14,8 milioni di euro. I soggetti attuatori sono i Comuni di Francavilla al mare (140mila euro), Pianella (140mila euro) e Controguerra (140mila euro). Il termine per assumere le obbligazioni giuridicamente vincolanti è fissato al 31 dicembre prossimo.

L’ultimo intervento è quello per la riqualificazione di Palazzo De Petris Fraggianni a Castiglione a Casauria (Pescara). Importo complessivo un milione di euro, il soggetto attuatore è il Comune.

IL SERVIZIO DEL TG8:

Sii il primo a commentare su "Abruzzo, D’Alfonso conferma: ancora 100 giorni"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*