Fuori dal cratere sismico, protesta dei comuni abruzzesi

Un cratere troppo contenuto che lascia andare al proprio destino alcuni comuni che pure hanno subito danni dal terremoto. Nel fine settimana la manifestazione di protesta dei comuni montani abruzzesi esclusi dal cratere sismico.

Avrebbe dovuto tenersi sabato scorso la manifestazione di protesta indetta dai comuni montani esclusi dal perimetro del cratere sismico, ma la mancata concessione del nulla osta della questura di Teramo ha fermato i sindaci. Uno stop temporaneo però, visto che il corteo è stato solo rimandato al prossimo fine settimana, sabato o domenica. In queste ore il comitato civico “Crescita Comuine” di Isola del Gran Sasso, che promuove l’iniziativa, è al lavoro per definire i particolari. Per ora si sa che il corteo dovrebbe partire da Colledara e quindi muoversi fino a San Gabriele. Tra i comuni esclusi c’è anche Pietracamela, ieri in consiglio comunale è passata all’unanimità la richiesta di entrare nella lista dei comuni del cratere.

Sii il primo a commentare su "Fuori dal cratere sismico, protesta dei comuni abruzzesi"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*