Nereto: dimissioni di massa in Comune

In aperto contrasto con il sindaco Giuliano Di Flavio, sei consiglieri e un assessore lasciano l’incarico: dimissioni di massa al Comune di Nereto.

Si va verso lo scioglimento anticipato al Comune di Nereto, nel teramano, dopo le dimissioni presentate questa mattina da un assessore e sei consiglieri comunali, quattro di minoranza e due ex della maggioranza. Ai quattro componenti dell’intera minoranza, composta dal consigliere del Movimento 5 Stelle Franco Cinì e dai tre della lista Uniti per Nereto, Daniele Laurenzi, Graziano Frezza e Giuseppe Fagotti, si sono aggiunti non solo i due esponenti della lista Direzione Futuro, l’ex vicesindaco Vincenzo Piero Di Felice e Giacomo Mistichelli, che erano usciti dalla maggioranza, ma anche l’assessore alle politiche giovanili, viabilità e trasporti, polizia municipale, Massimo Salvi. Con l’uscita di 7 consiglieri sui 13 complessivi dell’assise civica, si determina automaticamente lo scioglimento del consiglio comunale. Alla base delle dimissioni di massa ci sono i forti contrasti politici sulla gestione del bilancio, l’abolizione delle commissioni permanenti e lo smantellamento dell’apparato amministrativo, con molti servizi rimasti senza responsabile, come l’area finanziaria, i tributi, la polizia locale e l’anagrafe.

L'autore

Marina Moretti
Nata a Pescara, dopo la maturità classica ha svolto diversi lavori in ambito culturale, artistico e teatrale per poi dedicarsi completamente al giornalismo, sia giornali che radio e tv. Giornalista pubblicista dal 1996, è professionista dal 2010. Come redattore di Rete8, dal 2001, si occupa di diversi settori, con particolare interesse per quello culturale. Ha da poco aperto un blog di fotografie skybycarphotos.

Sii il primo a commentare su "Nereto: dimissioni di massa in Comune"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*