Ortona: 26 enne si toglie la vita nell’azienda di famiglia

ambulanza

Tragedia a Ortona: 26 enne si è ucciso nell’azienda del padre. La tragedia si è consumata nel primo pomeriggio di ieri.

A togliersi la vita un ragazzo di 26 anni, residente a Crecchio, che si è ucciso all’interno di una ditta di legnami di proprietà della famiglia. Il giovane lavorava nell’attività portata avanti dai genitori.  E’ stato un operaio a lanciare l’allarme, intorno alle 14.00 di ieri. Purtroppo per il giovane non c’era già più nulla da fare nonostante l’intervento dell’eliambulanza del 118 e dei Carabinieri di Ortona. Il ragazzo non ha lasciato biglietti che spieghino il motivo del gesto estremo ma da quanto riferito da amici e conoscenti da qualche tempo stava attraversando un momento di depressione per motivi personali. Il sopralluogo degli investigatori ha escluso responsabilità di terzi e la salma del giovane, su disposizione del Pm, è stata restituita ai familiari per i funerali.

L'autore

Antonella Micolitti
E' nata e vive a Pescara. Si è laureata con lode in Lettere, all'Università d'Annunzio di Chieti. Giornalista professionista dal 2007, si occupa principalmente di politica, sociale, attualità, costume. E' appassionata di storia e storia dell'arte bizantina e astronomia, strimpella il pianoforte e le piace il mare d'inverno. Ama Luigi Tenco e le sue canzoni ma le piace ascoltare anche Jovanotti, quello meno conosciuto con i suoi brani più belli. Adora la Grecia e la Russia e le rispettive lingue. Il suo obiettivo è raccontare il volto più curioso e nascosto dell'Abruzzo. Suggeritele le vostre storie. Scrivete alla mail "[email protected] o .it". Sarà lieta, per quanto possibile, di darvi voce e spazio, perché la televisione la fate voi con noi.

Sii il primo a commentare su "Ortona: 26 enne si toglie la vita nell’azienda di famiglia"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*