Pescara: “Per la Mannoia non paga l’Europa”

Rischia di diventare un debito fuori bilancio, a Pescara, il concerto di Fiorella Mannoia previsto per sabato 20 agosto.

Che a pagare non sarà l’Europa ma il Comune ne è convinto il capogruppo di Forza Italia al Comune, Marcello Antonell, il quale affida ad una note le sue argomentazioni:

“Sapevamo di aver visto giusto, sapevamo che il Comune di Pescara, né tantomeno la Regione Abruzzo, potevano pagare con i fondi comunitari IPA del programma Adriatic+ il concerto di Fiorella Mannoia, e oggi le parole chiare di Paola Di Salvatore, Autorità di Gestione del Programma Adriatic IPA, non ha fatto che confermare e sacramentare la nostra tesi. Oggi la spesa che il sindaco Alessandrini andrà a sostenere per l’esibizione della cantante rischia di trasformarsi in un debito fuori bilancio ingiustificato che, evidentemente, non supererà mai l’approvazione del Consiglio comunale e che manderemo dritto all’attenzione della Corte dei Conti, con una puntuale relazione. A quel punto chi avrà approvato una tale spesa ne sarà chiamato a rispondere personalmente. Alessandrini ha un’unica strada percorribile: annullare definitivamente l’evento, riporre le armi e ammettere l’errore macroscopico, che certo non risolverà semplicemente facendo proiettare un filmato sui cetacei prima del concerto”.

L'autore

Marina Moretti
Nata a Pescara, dopo la maturità classica ha svolto diversi lavori in ambito culturale, artistico e teatrale per poi dedicarsi completamente al giornalismo, sia giornali che radio e tv. Giornalista pubblicista dal 1996, è professionista dal 2010. Come redattore di Rete8, dal 2001, si occupa di diversi settori, con particolare interesse per quello culturale. Ha da poco aperto un blog di fotografie skybycarphotos.

Sii il primo a commentare su "Pescara: “Per la Mannoia non paga l’Europa”"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*