Pescara, cefali morti a riva

Un pescarese si è rivolto alla nostra emittente per conoscere le cause della morte dei numerosi cefali fotografati lungo la battigia, attaccati da gabbiani e cornacchie.

La segnalazione arriva da Giuliano Bonaffini, che si dice preoccupato dalla moria di cefali e vorrebbe sapere se si tratta di un bottino di pesca disperso inavvertitamente o di cause derivanti da inquinamento. La fotografia è stata scattata ieri con il cellulare sulla riva di Pescara sud, tra piazza Le Laudi e il confine con Francavilla. Il signor Bonaffini ha precisato di avere l’intenzione di inviarla alla Capitaneria di Porto.

L'autore

Marina Moretti
Nata a Pescara, dopo la maturità classica ha svolto diversi lavori in ambito culturale, artistico e teatrale per poi dedicarsi completamente al giornalismo, sia giornali che radio e tv. Giornalista pubblicista dal 1996, è professionista dal 2010. Come redattore di Rete8, dal 2001, si occupa di diversi settori, con particolare interesse per quello culturale. Ha da poco aperto un blog di fotografie skybycarphotos.

Sii il primo a commentare su "Pescara, cefali morti a riva"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*