Un arresto a Roma per tentata rapina in villa a Pescara

Un pregiudicato di origine bosniaca è stato arrestato a Roma, sarebbe uno degli autori della tentata rapina in una villa dei colli di Pescara.

Sono stati gli agenti del Commissariato Tuscolano a fermare Sevko Ramovic, nato in Bosnia nel 1987, residente in un campo nomadi della capitale. Ramovic è ritenuto uno dei componenti della banda che il 6 febbraio di quest’anno ha tentato una rapina in una villa della zona colli di Pescara. In quell’occasione due banditi, pregiudicati, sono stati colti sul fatto e arrestati dalla Polizia in flagranza di reato. Le indagini condotte dalla Squadra Mobile e coordinate dal pm Rosaria Vecchi hanno indotto il gip Nicola Colantonio ad emettere una misura cautelare in carcere per i reati di rapina e lesioni aggravate e porto non autorizzato di oggetti atti ad offendere L’ordinanza non ha potuto raggiungere un quarto complice, anch’egli di origine bosniaca, ricercato e forse fuggito all’estero.

 

L'autore

Marina Moretti
Nata a Pescara, dopo la maturità classica ha svolto diversi lavori in ambito culturale, artistico e teatrale per poi dedicarsi completamente al giornalismo, sia giornali che radio e tv. Giornalista pubblicista dal 1996, è professionista dal 2010. Come redattore di Rete8, dal 2001, si occupa di diversi settori, con particolare interesse per quello culturale. Ha da poco aperto un blog di fotografie skybycarphotos.

Sii il primo a commentare su "Un arresto a Roma per tentata rapina in villa a Pescara"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*