Tua, ” Nessuno scippo per Chieti, anzi…”

“Nessuno scippo per Chieti, anzi : a conti fatti, col potenziamento del reparto meccanico dei mezzi della Tua vi saranno addirittura nuovi posti di lavoro”.

Così Luciano D’Amico, presidente di Tua, in risposta alle polemiche teatine sollevate dalla politica cittadina in seguito alla notizia del trasferimento di tutti gli uffici ex Arpa, oggi Tua, da Chieti a Pescara. D’Amico spiega al microfono del Tg8 due passaggi chiave dell’intera vicenda smorzando l’onda di polemiche che qualcuno, invece, preferisce cavalcare. “Innanzitutto – puntualizza D’Amico- questa razionalizzazione di uffici, costi e personale era stata messa nero su bianco sin dall’atto statutario di nascita di Tua. Tutti, sindaci inclusi, sapevano che da Chieti gli ex amministrativi Arpa sarebbero andati via per esser accorpati, logisticamente parlando, ai colleghi degli uffici pescaresi”. “Nessuna scelta campanilistica- precisa D’Amico sottolineando anzi un elemento destinato a mettere a tacere polemiche e critiche – : a conti fatti, col potenziamento del reparto meccanico dei mezzi di Tua per la città di Chieti vi saranno addirittura nuovi posti di lavoro”. Questa mattina, intanto, firmato il protocollo sulla base del quale entro tre anni 64 degli 82 mezzi della società Tua saranno trasformati in bus ad idrometano con ciò che questo comporterà, da subito, in termini di minori impatti ambientali e maggiori risparmi energetici.

L'autore

Barbara Orsini
Laureata con lode in Scienze Politiche con una tesi pubblicata presso l’IILA di Roma, inizia subito l’avventura giornalistica collaborando con “Il Tempo” e con TVQ. Dal 2002 lavora per Rete8 dove si occupa di cronaca, politica, terza pagina, economia-sindacale e dove ha condotto la rubrica “Allo Specchio”. Ama leggere, viaggiare e declinare tendenze in tutte le sfaccettature.

Sii il primo a commentare su "Tua, ” Nessuno scippo per Chieti, anzi…”"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*