Terremoto, Pescara ai funerali col gonfalone della città

Delegazione di Pescara ai funerali delle vittime con il gonfalone della città. Il sindaco: “Parte la solidarietà per contribuire a far rinascere Pescara del Tronto”.

Istituito il conto corrente per le donazioni relative al sostegno da parte della città di Pescara verso la contrada Pescara del Tronto. Un’adozione decisa dall’Amministrazione comunale, sentita anche dalla comunità che l’ha perorata attraverso richieste, messaggi e social e annunciata ieri dal sindaco Marco Alessandrini. Questo il Conto Corrente Postale già attivo su cui si possono versare delle donazioni, intestato a Comune di Pescara, con la causale “Pescara del Tronto”: IT64 B076 0115 4000 0009 5839 338.   Intanto domani una delegazione istituzionale, guidata dal sindaco Marco e  dal vice sindaco Enzo Del Vecchio,  sarà presente ai funerali delle vittime ad Ascoli Piceno, con il gonfalone della città.

Ci siamo subito messi in contatto con il sindaco di Arquata del Tronto Aleandro Petrucci, di cui Pescara del Tronto è frazione, per manifestare vicinanza da parte della nostra comunità e per renderci utili – così il sindaco Marco Alessandrini –. Siamo venuti a conoscenza dell’esistenza di Pescara del Tronto a causa del triste bilancio di danni e perdite che ha avuto a causa del terremoto e che ad oggi è ancora drammaticamente aperto. Abbiamo ritenuto necessario che la nostra Pescara aprisse le sue braccia a quella che oggi è ridotta in macerie e convogliasse iniziative concrete per la ricostruzione della sua omonima. Una solidarietà già scattata in città e in Abruzzo dove la gente non si tira indietro quando si tratta di aiutare gli altri. Abbiamo predisposto un conto corrente per raccogliere fondi che decideremo insieme alla sua gente come spendere una volta raggiunta una cifra capiente, ma siamo aperti a sostenere anche ad altre iniziative che verranno dalla nostra comunità, perché questa unione attraverso il nome diventi un legame per costruire futuro e speranze che oggi sembrano perse“.

Alessandrini ha poi lanciano un appello a tutti i soggetti economici della città e del territorio per diventare protagonisti di questo viaggio della solidarietà.

“Nella giornata di oggi si è riunito il COC – aggiunge il vice sindaco Enzo Del Vecchio – per organizzare la seconda fase degli aiuti ai luoghi terremotati, in perfetta sincronia con le richieste dal Centro operativo nazionale e quello regionale della Protezione Civile”.

Sii il primo a commentare su "Terremoto, Pescara ai funerali col gonfalone della città"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*