Terremoto, per l’Ingv “sequenza molto attiva”

sismografo-terremoto-scossa-scosse_650x447

Continua a tremare la terra tra le province di Rieti e l’Aquila, anche se le scosse sono di minore magnitudo rispetto ai giorni scorsi. L’Ingv sottolinea che “la sequenza continua ad essere molto attiva”.

“Molto attiva nella parte meridionale tra le province dell’Aquila (Montereale, Pizzoli, Capitignano, Campotosto, Cagnano Amiterno) e Rieti (Amatrice)”. Il numero di scosse ha superato complessivamente il numero di 48.200 dal 24 agosto 2016. Rispetto all’ultimo aggiornamento di ieri, 20 gennaio alle ore 11:00, non si sono registrati eventi di magnitudo maggiore o uguale di 4.0, mentre sono stati 5 i terremoti di magnitudo compresa tra 3 e 4 localizzati dalla Rete Sismica Nazionale dell’Ingv, prevalentemente nell’area a sud tra le province dell’Aquila e Rieti.

Sii il primo a commentare su "Terremoto, per l’Ingv “sequenza molto attiva”"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*